QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

La Web Developer Alliance di Apple vuole consentire ad altri motori Web di utilizzare iOS – IT Pro – News

eh? No, l’era di ie6 era segnata dal fatto che IE6 era dominante, quindi non importava più se stessero ancora sviluppando il software, o anche se stessero al passo con i nuovi sviluppi del web. Il client è rimasto comunque e gli sviluppatori web non potevano comunque supportare nuove cose, perché ie6.

Questa è esattamente la situazione che ottieni se hai solo bisogno di supportare un singolo motore del browser. Dopodiché, la concorrenza non esiste più e con essa lo slancio per l’innovazione/correzioni di bug, ecc.

Safari su dispositivo mobile ne è l’esempio da manuale moderno. Lo sviluppo è lento e cose come i dati delle app Web, i messaggi push, ecc. vengono finalmente eseguiti (su iPhone 14), 10 o più anni dopo rispetto ai concorrenti. Tuttavia, questi concorrenti non possono competere con gli iPhone, quindi Apple pensa che tutto vada bene in questo modo. (In effetti, le cattive app Web che dovrebbero perdere funzionalità su iPhone ovviamente non influiscono sull’App Store di Apple)

Quindi l’era ie6 era principalmente *non* fastidiosa a causa delle piccole differenze, era fastidiosa a causa dell’impossibile lentezza con cui possiamo andare avanti.

Chrome è ora almeno un problema del genere su Internet in generale, ma per fortuna è ancora a un ritmo ragionevole in termini di sviluppo. Forse perché Google deve ancora vincere la concorrenza con le normali app native.

READ  Operazione Arco: Belvius trasforma il "Grande Inganno" in legna da ardere