QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Le Fiandre vogliono semplicemente aiutarti a ottenere un contratto energetico più economico

Le Fiandre vogliono semplicemente aiutarti a ottenere un contratto energetico più economico

Un’e-mail ogni volta che puoi realizzare risparmi significativi con un altro fornitore: d’ora in poi, il regolatore fiammingo dell’energia Vreg vuole aiutarti a trovare il contratto energetico più vantaggioso. L’iniziativa può contare sull’approvazione degli esperti, che però mettono anche in guardia: non affidatevi ciecamente ai test comparativi.

Jorn Lilong

Confronta il tuo contratto energetico in un colpo d’occhio con altri contratti sul mercato: questo è possibile dall’inizio di quest’anno tramite V-test, confronto dei contratti online del regolatore energetico fiammingo Vreg. Ora il regolatore di potenza fa un ulteriore passo avanti. I consumatori possono ora impostare allarmi sui prezzi sul sito web. V-Test calcola automaticamente quanto potresti risparmiare confrontando il costo annuale previsto del tuo contratto attuale con il contratto più economico in offerta. Se i tuoi risparmi superano il limite impostato, Vreg ti avviserà immediatamente via email.

“Raccomandiamo sempre ai consumatori di confrontare regolarmente i loro contratti energetici”, afferma Lynn VanDeZande, portavoce dell’organismo di vigilanza sull’energia Vreg. “Da quando abbiamo reso possibile includere il tuo contratto nel V test, abbiamo notato che sempre più persone hanno creato un profilo. Con Price Alert, vogliamo abbassare ulteriormente la soglia, avvisando automaticamente le persone se c’è un’opzione potenzialmente interessante .

Tutto inizia con la creazione di un profilo personale sul sito V-test. Tieni il tuo contratto attuale a portata di mano, perché avrai bisogno di molte informazioni: la data in cui hai stipulato il tuo attuale contratto, il nome del fornitore, la formula energetica scelta e la durata residua. In questo modo Vreg sa qual è il tuo attuale contratto energetico e, soprattutto, se è possibile risparmiare cambiando fornitore.

READ  Ancora decine di iterazioni su Twitter: licenziato anche il capo del servizio in abbonamento Blue | Notizia

Aumento della concorrenza

Per molto tempo, il mercato energetico belga è stato quasi congelato, con fino al 6% dei clienti che cambiavano fornitore ogni anno. Ma dalla liberalizzazione del mercato energetico nel 2007, la concorrenza tra i fornitori è aumentata e i consumatori cambiano più spesso i contratti energetici. Il 2021 è stato un anno record assoluto in questo senso: ben una famiglia fiamminga su quattro ha cercato un nuovo contratto energetico, soprattutto a causa, tra gli altri, del fallimento del fornitore di energia fiammingo. L’anno scorso, una famiglia fiamminga su cinque ha cambiato fornitore di energia.

“Rispetto ad altri paesi, molti belgi cambiano regolarmente i contratti energetici”, spiega l’esperto di energia Alex Polvet. “Ma vediamo anche che è sempre lo stesso gruppo di persone a cambiare fornitore, mentre un grande gruppo cambia raramente”. Aiuta lo strumento Testing a compiere questo passo più velocemente, soprattutto perché serve come confronto indicativo dei prezzi per il garante dell’energia, non per una parte commerciale.

Sebbene un avviso di prezzo possa indirizzare gli utenti nella giusta direzione, ogni notifica non significa necessariamente che sia saggio cambiare. Ad esempio, il test non tiene conto di altre condizioni che potresti avere con un contratto energetico, ad esempio se desideri solo contratti verdi o contratti senza addebiti diretti.

Inoltre, il test V può fornire un quadro distorto di quale contratto sia più interessante per te. Sebbene l’offerta V-test copra la maggior parte della fornitura, non è possibile trovare tutti i contratti. “Confrontare i prezzi è sempre un approccio”, spiega Bullfitt. “I contratti dinamici, dove si paga un prezzo diverso in ogni momento della giornata, sono spesso i più interessanti nella pratica”, sottolinea. “Quelli che riescono a raggiungere il loro picco consumo a un prezzo più conveniente in alcuni periodi, ad esempio durante il fine settimana, è spesso più economico utilizzare contratti dinamici, ma poiché simulazioni come il V test si basano su profili standard, raramente sono in cima alla lista dei contratti più economici, quindi questo test lo fa sicuramente. Non dire tutto.”

Crede anche che dovresti comunque stare attento se decidi di passare a un nuovo contratto. “Oggi ogni fornitore ha tanti contratti diversi e la differenza tra loro non è sempre chiara. Se contatti un fornitore di energia per richiedere un nuovo contratto, è importante che tu scelga il contratto che è risultato più economico in fase di test I fornitori cercheranno spesso di convincerti a scegliere un diverso tipo di contratto, che alla fine si rivelerà più costoso.

Almeno una volta all’anno

Ciò non cambia il fatto che, secondo il consulente energetico Chris Forspolz, è sempre interessante fare un confronto. “È una buona idea farlo almeno una volta all’anno. Inoltre, l’offerta sul mercato dell’energia è cambiata seriamente rispetto a qualche mese fa, proprio perché sono emersi molti nuovi attori.

Chi vuole costruire sicurezza e protezione contro nuovi aumenti dei prezzi in inverno, può trovare contratti a tempo indeterminato con diversi fornitori. Tuttavia, si paga un prezzo per questa certezza. “A causa di tutti i premi di rischio applicati dai fornitori, i contratti perpetui sono costosi”, afferma Forsbulz. “C’è poca possibilità che i prezzi dell’energia aumentino così tanto il prossimo inverno da far sì che questi contratti fissi rimangano più economici”.