QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Le malattie fungine mietono il doppio delle vittime del previsto

Le malattie fungine mietono il doppio delle vittime del previsto

Immagine microscopica di micosi o infezione fungina.

Solo 11 anni fa, gli scienziati stimavano che circa 2 milioni di persone in tutto il mondo morissero ogni anno a causa di infezioni fungine. Secondo un nuovo studio pubblicato sulla famosa rivista The Lancet, questo numero è ormai quasi raddoppiato: circa 3,75 milioni di morti.

Secondo uno studio dell’Università di Manchester, ogni anno circa 6,55 milioni di pazienti soffrono di gravi malattie fungine. L'esperto David Denning e il suo team hanno analizzato dati medici provenienti da più di ottanta paesi.

Condizioni sottostanti

I dati aggiornati sulla mortalità indicano che le malattie fungine sono significativamente più pericolose di alcuni altri agenti patogeni: le infezioni fungine mietono sei volte più vittime della malaria e quasi tre volte più morti della tubercolosi. Va notato che le infezioni fungine possono avere cause diverse.

Le infezioni fungine mietono sei volte più vittime della malaria e quasi tre volte di più della tubercolosi.

La micosi, il termine medico per infezione fungina, sta quindi avendo un impatto maggiore sul sistema sanitario globale di quanto si pensasse in precedenza. Secondo Denning, le stime precedenti erano imprecise perché molte infezioni fungine possono rapidamente peggiorare gravi condizioni preesistenti, come la leucemia o l'AIDS.

Tuttavia, secondo lo studio, la maggior parte dei decessi, circa il 68% ovvero 2,55 milioni, sono direttamente attribuibili a infezioni fungine. Circa 1,2 milioni di pazienti, ovvero il 32%, soffrivano di altre malattie di base, con infezioni fungine che contribuivano alla morte.

Altre cause di morte

Una scoperta sorprendente emersa dallo studio è che quasi un terzo dei 3,23 milioni di decessi in tutto il mondo dovuti a broncopneumopatia cronica ostruttiva (BPCO) sono collegati all’infezione da Aspergillus.

READ  Airone infetto dal virus del Nilo occidentale: cosa significa questo per i cavalli?

Secondo il professor Denning, quasi un terzo degli 1,2 milioni di pazienti la cui causa di morte è stata diagnosticata come tubercolosi polmonare è effettivamente morto a causa di infezioni fungine.

“Dobbiamo prendere sul serio i funghi”.

I ricercatori stimano che dei 312.000 decessi dovuti alla leucemia nel mondo nel 2020, circa 14.000 decessi possano essere attribuiti all’aspergillosi e ad altre infezioni fungine.

La candidosi, un altro tipo di infezione fungina, sembra essere un problema serio nei pazienti in terapia intensiva o in interventi chirurgici complessi, nel diabete, nel cancro, nell'insufficienza renale e nei neonati prematuri.

“Non esistono vaccini contro i funghi”, spiega Denning. “Le malattie gravi dovute alla muffa di solito si verificano quando le persone sono già malate, con solo poche eccezioni nelle persone sane e nelle persone che vivono o lavorano in case o ambienti di lavoro ammuffiti. Pertanto, una diagnosi accurata e tempestiva è molto importante. Dobbiamo prendere sul serio i funghi. “