QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Le vendite di lattuga iceberg, cavolfiore e cavolo sono in aumento in Italia.

Le vendite di lattuga iceberg, cavolfiore e cavolo sono in aumento in Italia.

Dopo che una violenta tempesta ha colpito la Sicilia all’inizio di febbraio, il mercato ortofrutticolo italiano sta vivendo carenze e i prezzi sono aumentati vertiginosamente.

“I danni alle colture in serra nella provincia di Ragusa sono ingenti e a causa delle basse temperature il prodotto matura ancora più lentamente. E nei periodi di scarsità i prezzi salgono. Questa situazione si ripercuote anche sulla nostra coltivazione all’aperto nel siracusano”. Il mercato si è completamente ripreso, in particolare per la lattuga di ghiacciaio, il cavolfiore e il cavolo cappuccio”, hanno affermato Francesco e Simone Zito, rispettivamente responsabile della coltivazione e responsabile della trasformazione della Soc.Agr. Zitto & Co.

Il fieno greco viene confezionato direttamente in campo con un peso medio di 13,5 kg per nido da 16 pezzi.

I prezzi del finocchio sono rimasti stabili con un leggero aumento di 10-15 centesimi al kg da gennaio. Tuttavia, questo aumento di prezzo non compenserà quanto accaduto sul mercato fino a dicembre dello scorso anno”, ha affermato Zito. I fratelli continuano. “Le temperature primaverili e l’umidità elevata hanno successivamente portato a molti problemi di qualità e hanno accelerato la maturazione. Inoltre, il consumo era basso”. Il cavolfiore aveva lo stesso problema.


Cavolfiore e verza piccante dell’azienda siciliana

Da gennaio 2023 il mercato è completamente cambiato. “Un esempio notevole è il cavolo, fino a dicembre si lavorava praticamente al di sotto del prezzo, ma a gennaio il prezzo è salito. Raddoppiato. Questo anche perché, in Portogallo, questo tipo di cavolo è molto coltivato, e ci sono stati gravi danni. Da maltempo, la richiesta del nostro cavolo cappuccio piccante è alta, soprattutto dal Veneto, il prodotto è molto apprezzato”.

READ  L'artista del New Brunswick è stato invitato a presentare il suo lavoro in una mostra a Firenze, in Italia

“Quest’anno il nostro raccolto in campo era costituito da finocchi, sedani, spinaci, cavolfiori verdi, bianchi e viola e altri tipi di cavoli”, spiega Francesco Zito. “L’anno prossimo prenderemo un corso diverso sia nella coltivazione che nel commercio. I nostri ortaggi sono commercializzati localmente e abbiamo progetti con una catena di supermercati, ma i costi stanno aumentando e stiamo assistendo a una contrazione dei margini di profitto.


Cavolfiore Viola

La stagione delle patate precoci inizia tra 15 giorni
A causa del maltempo, c’erano grandi preoccupazioni per il raccolto precoce delle patate. “Fortunatamente, il danno per le patate novelle non è grave: si parla di una perdita del 5%. Ma per le patate che vengono buttate via dopo, temiamo l’intera resa. Il vento ha spezzato molti steli”, spiega. Francesco Zitto. “La raccolta della varietà Arizona dovrebbe iniziare dal 10 al 15 marzo”.

“Ma per motivi di coltivazione e vendita, non c’è molta fretta di raccoglierli troppo velocemente”, dice Simone Zito. “Raccogliamo le patate da 130 a 150 giorni dopo la semina e otteniamo tuberi più grandi e più maturi. Inoltre, le patate novelle si vendono meglio in primavera. E se finisci le patate in magazzino, se arrivi al mercato, puoi farlo. Buon affare. .”


Campione sperimentale di patata novella, 110 giorni dopo la semina

I due fratelli, che gestiscono l’azienda con il padre Donino e l’amministratore delegato Miriam, spiegano che le patate novelle sono diventate una merce costosa. “Oltre all’aumento generale dei prezzi in ogni fase della produzione, quest’anno abbiamo dovuto pagare il 20-30% in più per le patate da semina. Dobbiamo trovare alternative perché non possiamo sostenere questi costi a lungo”.

READ  'Già il re di Milano': Perché l'Italia è così arrabbiata con Charles de Quetelet?