QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Lo studio dice che mangiare grassi può ridurre il rischio di ictus, purché sia ​​del tipo giusto

Tuttavia, sembra che la colpa sia del tipo di grasso, non della quantità, quando si tratta di ictus. Mangiare grassi vegetali riduce il rischio di ictus, secondo una presentazione dello studio presentata lunedì alle sessioni scientifiche dell’American Heart Association 2021.

Lo studio, che non è stato ancora sottoposto a revisione paritaria, ha scoperto che le persone che mangiavano più grassi vegetali avevano il 12% in meno di probabilità di avere un ictus rispetto a quelle che mangiavano meno grassi.

D’altra parte, le persone che mangiavano i livelli più alti di grassi saturi animali avevano il 16% in più di probabilità di avere un ictus rispetto a quelli che mangiavano i più bassi.

“I nostri risultati suggeriscono che il tipo di grasso e le sue diverse fonti alimentari sono più importanti della quantità totale di grassi nella dieta nella prevenzione delle malattie cardiovascolari, incluso l’ictus”, ha affermato l’autore principale Fenglei Wang, ricercatore post-dottorato presso il Dipartimento di Harvard. nutrizione. TH Chan School of Public Health, in una dichiarazione.

Tipi di grassi alimentari

Hai bisogno di grassi per sopravvivere. Il grasso aiuta il tuo corpo ad assorbire le vitamine dal cibo, fa funzionare gli ormoni, costruisce le cellule, ti dà energia e ti tiene al caldo.

Ma sono i grassi insaturi che provengono da verdure, noci e pesce grasso che possono abbassare il colesterolo nel sangue e mantenerti in salute.

Quali sono le principali fonti di grassi vegetali o vegetali? ha chiesto Alice Lichtenstein, direttrice e ricercatrice capo del Laboratorio di nutrizione cardiovascolare della Tufts University di Boston.

“Questi sono oli vegetali liquidi, cose come olio di mais, olio di cartamo, olio di girasole, olio di soia, che sono ricchi di acidi grassi polinsaturi, e poi oli come olio di colza e olio d’oliva, che sono ricchi di acidi grassi polinsaturi”, ha detto Lichtenstein. at Statement Non coinvolto nello studio.

READ  Vuoi ringiovanire dormendo? Questi animali andranno in letargo nei prossimi mesi

“Questi sono i tipi di oli che dovrebbero essere utilizzati nella preparazione del cibo”, ha aggiunto.

I grassi saturi e trans generalmente non sono salutari. I grassi saturi di solito provengono da carni rosse e lavorate e sono solitamente solidi a temperatura ambiente. Lo studio includeva manzo, maiale, agnello, pancetta, salsiccia, mortadella, salsicce, salame e altre carni lavorate.

Medico. “Una moderata riduzione del consumo di carne rossa e lavorata all’interno di una dieta sana può ridurre il tasso di mortalità complessivo del 13%, il tasso di mortalità per malattie cardiache del 14%, il tasso di mortalità per cancro dell’11% e il rischio di infezione, “Ha detto Frank Hu. Diabete di tipo 2 dell’11% e diabete di tipo 2 del 24%. , presidente del Dipartimento di Nutrizione presso la Harvard T.H. Chan School of Public Health In una precedente intervista alla CNN. È uno degli autori dello studio sull’ictus.
È interessante notare che lo studio ha scoperto che i grassi del latte, inclusi formaggio, burro, latte, gelato e panna, non erano associati a un aumento del rischio di ictus. C’è un dibattito in corso tra i ricercatori della nutrizione sul ruolo dei latticini nella dieta: sono un’importante fonte di calcio. USDA Linee guida dietetiche 2020-2025 per gli americani Chiedi tre porzioni di latticini al giorno, preferibilmente a basso contenuto di grassi e senza grassi.

studi a lungo termine

Lo studio ha analizzato 27 anni di dati di quasi 120.000 infermieri e professionisti della salute che fanno parte di due dei sondaggi nutrizionali più longevi negli Stati Uniti: lo studio sulla salute degli infermieri e lo studio di follow-up sui professionisti della salute.

Uno studio su larga scala afferma che la carne rossa e lavorata è collegata alle malattie cardiache

Lo studio è osservazionale, quindi i risultati non possono dimostrare una relazione causa-effetto tra consumo di grassi e rischio di ictus, ma solo un’associazione. Altri limiti dello studio sono la maggioranza della popolazione bianca (97%) e il fatto che le persone autodichiarino le proprie abitudini alimentari ogni quattro anni.

I risultati sono ancora In linea con la ricerca precedente Scopri i vantaggi delle diete a base vegetale rispetto a quelle animali.

“La caratteristica più importante di una dieta sana per il cuore è l’equilibrio tra apporto calorico e fabbisogno”, ha affermato il Liechtenstein. “Per raggiungere e mantenere un peso sano, scegli cereali integrali, proteine ​​magre e una varietà di frutta e verdura; limita il sale, lo zucchero, i grassi animali, gli alimenti trasformati e l’alcol; e applica queste linee guida ovunque si trovi il cibo”. aggiunto.

READ  Influenza aviaria rilevata in una piccola fattoria ad Assendelft | notizia