QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Ministro degli Esteri Lehbib: il Belgio non vuole il completo isolamento dalla popolazione interna russa

Il ministro degli Affari esteri ha sottolineato la necessità di Habib, mercoledì, a Praga prima dell’inizio delle consultazioni con le sue controparti europee sull’inasprimento della politica dei visti nei confronti della Russia dopo l’invasione dell’Ucraina, che “il Belgio non vuole essere completamente isolato dal popolazione russa”.

“È importante prendere di mira le persone giuste, vale a dire coloro che sostengono questa guerra ingiusta in Ucraina e coloro che stanno cercando di eludere le sanzioni economiche”, ha detto ad Habib. Ma il Belgio non vuole “l’isolamento totale dalla popolazione russa”. “È importante che i russi che sono stanchi di questa dittatura possano esprimere liberamente le loro opinioni e farci sentire una voce diversa in Europa rispetto al regime di Mosca”, ha affermato il ministro.

In consultazioni informali a Praga, alcuni Stati membri impongono divieti di ampia portata all’ingresso dei russi. Paesi come Finlandia, Polonia, Repubblica Ceca e Stati baltici hanno già imposto rigide restrizioni sui visti e vogliono che altri Stati membri seguano l’esempio. In caso contrario, i turisti russi possono ancora viaggiare verso attrazioni altrove in Europa tramite i loro aeroporti. Trovano anche inaccettabile che i russi siano in vacanza in Europa mentre l’esercito russo è in guerra in Ucraina.

Ha fatto notare ad Habib che il Belgio non è stato praticamente in grado di rilasciare visti turistici da tempo, dopo la decisione di Mosca di espellere gran parte del suo personale diplomatico. Ma come la Germania e la Francia, il Belgio non sostiene un divieto totale di ingresso per i russi. Il nostro Paese è pronto a considerare un’ulteriore sospensione dell’accordo con la Russia sul rilascio di visti più flessibili. Ciò renderebbe l’elaborazione della domanda di visto più costosa e complessa, con tempi di attesa più lunghi.

READ  I genitori di Natasha de Crombruggi, 28 anni, sono espliciti sulla ricerca della figlia scomparsa in Perù: "La gente ha paura di parlare" | all'estero

In ogni caso, ha sottolineato ad Habib l’importanza di una politica europea “comune” nei confronti di Mosca. “Dobbiamo evitare di creare un mix di misure che permetterebbero ai russi di fare shopping per i visti”, ha affermato il ministro.

Leggi anche: La Russia avverte delle conseguenze del divieto europeo sui turisti russi: “La decisione non può restare senza risposta”