QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Mondiali indoor: oro per Hurricane, bronzo per Christian, 4° posto e record belga per i Pardi!

Mondiali indoor: oro per Hurricane, bronzo per Christian, 4° posto e record belga per i Pardi!

Quattro medaglie, tre delle quali d'oro. Mai prima d'ora il Belgio si è comportato meglio ai Campionati mondiali indoor IAAF. Dopo i titoli mondiali dei Vedetti norvegesi nel pentathlon e di Alexander Dohm nei 400 metri, il belga Tornado ha aggiunto nell'ultima giornata una medaglia d'oro nella 4×400 metri. La squadra belga dei Leopardi è arrivata quarta in un record belga, ed Elliot Christian ha aggiunto la ciliegina sulla torta con una medaglia di bronzo negli 800 metri.

Le speranze di medaglia del Belgio si sono concluse nell'ultima giornata dei Campionati del mondo di Glasgow Tornado belga Concentrati e soddisfa le aspettative con energia. Nella finale dei 4 x 400 metri, Jonathan Sackur, Dylan Bourlé e Christian Iguacil hanno aperto la strada e, con una forte gara finale, Alexandre Doum ha regalato ai belgi il secondo titolo mondiale consecutivo.

IL Leopardi belgi A sua volta, ha dato una buona prestazione. Naomi van den Broek, Helena Bonnet, Camille Laus e Cynthia Bolingo non hanno mai gareggiato per le medaglie, ma sono passate dall'ultima alla quarta con il tempo di 3'28'05. Con questo, i Cheetahs hanno migliorato il loro record belga, che hanno anche stabilito, rafforzando la serie.

“Siamo abituati a ottenere buoni quarti posti”, ha detto Cynthia Bolingo. “Con un occhio alla bellezza, perché diamo sempre il massimo. Il livello è alto soprattutto nella 4×400 metri. Dobbiamo ancora fare dei singoli passi per poter competere con gli altri”.

Non sorprende che la medaglia d'oro sia andata all'Olanda, che includeva la campionessa del mondo e vice-campionessa dei 400 metri insieme a Femke Boll e Leke Klaver. L'argento è andato agli Stati Uniti, mentre il bronzo è andato alla Gran Bretagna.

Christian brilla nel bronzo e Karmoy delude

Elliot Christian Ne ha approfittato appieno nella finale degli 800 metri. Con un attacco nell'ultimo giro sembrava essere sulla buona strada per la medaglia d'oro, ma negli ultimi metri ha dovuto superare l'americano Bryce Hubbell e lo svedese Andreas Kramer. Bronzo, una bella ricompensa per il suo fortissimo torneo di Coppa del Mondo.

A Yanla Najib-Nyimek È diventato un debutto in Coppa del Mondo in chiave minore. La sua serie nei 60 metri a ostacoli era finita prima ancora di iniziare. Ho subito colpito la prima barriera e sono caduto.

Fratelli Ben Ha molta più esperienza nei tornei, ma neanche per lui è stato un successo assoluto. Ha superato senza problemi l'altezza iniziale di 5,50 m e anche l'altezza di 5,65 m non ha presentato problemi.

Le cose sono andate male a 5,75 metri. Al primo tentativo ha attraversato il tappeto, poi ha ricevuto una penalità di tempo e alla fine non è partito. Con una distanza di 5,65 metri si è piazzato sesto.

Anche per Tommaso Carmoy Non è stato un Mondiale memorabile. Nel suo primo torneo sotto l'ala protettrice di Tia Hellebaut non ha superato i 2,15 metri, condividendo così l'ultimo posto nella finale del salto in alto.

Gentilissima gattina Ha concluso la sua prima Coppa del Mondo all'ottavo posto nell'eptathlon. Con un totale di 5.940 punti è rimasto al di sotto del suo record personale (6.131 punti). I primi tre erano europei. Lo svizzero Simon Ehammer è stato incoronato campione del mondo, l'argento è andato al norvegese Skutheim e il bronzo è andato all'estone Toss.

READ  Riemer manda fuori 5 giocatori

Imparentato:

I belgi il 3 marzo
l'ora M/F disciplina Atleta frettoloso
11:05 M Eptathlon: 60 metri ostacoli Genty Hottiquette 8″09(III) Posizione: nono
11:25 Quinto 60 metri ostacoli: qualificazioni Yanla Najib-Nyimek DNF Al di fuori
12:10 M 4×400 metri: riscalda Tornado belga 3'06″27 (2°) Alla finale
12:15 M Eptathlon: salto con l'asta Gentilissima gattina 5 metri (V) Posizione: nono
12:38 Quinto 4×400 metri: riscalda Leopardi belgi 3'28″07 R (il terzo) Alla finale
12:50 M Salto in alto: finale Tommaso Carmoy 2,15 metri (11°)
20:00 M Salto con l'asta: finale Fratelli Ben 5,65 metri (sesto)
21:15 M 4×400 metri: finale Tornado belga 3'02″54 (primo) oro
21:30 Quinto 4×400 metri: finale Leopardi belgi 3'28″05 R (il quarto)
21:45 M Eptathlon: 1000 metri Gentilissima gattina 2'49″29 (ottavo) Risultato finale: ottavo
22:10 M 800 metri: finale Elliot Christian 1'45″32 (terzo) Bronzo

Record del mondo nei 60 metri a ostacoli

Nell'ultima giornata dei Campionati del mondo a Glasgow, è stato aggiunto un secondo record mondiale, dopo il miglior tempo di Femke Paul nei 400 metri. Devin Charlton Prendendo l'oro nei 60 metri a ostacoli in 7.65, la corridore delle Bahamas ha fatto due centesimi meglio del tempo record stabilito il mese scorso a New York.

Anche Mundo Duplantis Ha fatto un nuovo tentativo per migliorare il suo record mondiale, ma per ora 6,24 metri si sono rivelati troppo alti. Lo svedese non ha completato un percorso impeccabile e si è addirittura sorpreso sbagliando due volte oltre i 5,85 metri. Alla fine, 6,05 metri sono bastati per prolungare il suo titolo mondiale.

Dopo tre titoli consecutivi nel salto triplo indoor, Yulimar Rojas ha lasciato questo
Saltare i Mondiali per concentrarsi completamente sui Giochi. Thea Lafond
Ha colmato il divario e ha regalato alla Dominica il suo primo oro in Coppa del Mondo con una distanza di 15,01 metri.

In Nel salto in alto, Sang Hyuk Woo non è riuscito ad estendere il suo titolo e il sudcoreano si è dovuto accontentare della medaglia di bronzo. Hamish Kerr Ha avuto una giornata fantastica, il neozelandese ha vinto l'oro con una corsa impeccabile fino a 2,31 m, superando 2,36 m per dessert, ottimo per un record nazionale e la migliore prestazione mondiale dell'anno.

Ancora successo per i neozelandesi nella finale dei 1500 metri. Si precipitò negli ultimi metri Geordie Beamish Dal quinto posto all'oro. Gli Stati Uniti vinsero la medaglia d'argento per Hooker e quella di bronzo per Kessler.

Le americane hanno vinto anche la medaglia d'argento e quella di bronzo nei 1.500 metri femminili. Nikki Hiltz ed Emily McKay non sono riuscite a gestire l'accelerazione nell'ultimo giro Froni Ciao. Dopo Genzebe Dibaba nel 2018 e Godav Tsegaye nel 2022, l'Etiopia ha vinto il suo terzo titolo mondiale consecutivo.

Un atleta etiope ha vinto anche la gara degli 800 metri Tsig Dogoma. Gemma Riki ha dovuto accontentarsi dell'argento per il suo popolo. La medaglia di bronzo è andata al Benin grazie al 38enne Noéli Yarrigo.

READ  Red Devil Onana offre un momento divertente ma scomodo in panchina, e poi è estremamente importante per l'Everton con un colpo di testa | gli sport

Tara Davis Woodhull Ha ottenuto il suo ruolo di favorita nel salto in lungo. L'americana ha superato la connazionale Monae Nichols con un salto di 7,07 metri.

Campionati mondiali indoor IAAF: 3 marzo

Ai ghepardi manca il podio: “Andiamo avanti passo dopo passo”

I Panthers stabiliscono il record belga nelle qualificazioni e in finale. Camille Laus: “Volevamo conquistare la prima medaglia del torneo. Ma abbiamo dimostrato ancora una volta che ci siamo, che siamo in grado di raggiungere la finale. Stiamo progredendo passo dopo passo. Questo è il nostro miglior risultato ai Mondiali Spero che un giorno potremo salire su quel palco.

“Non c'era una differenza enorme. Dover partire dalla corsia 1 non è stato sicuramente un vantaggio rispetto alle corsie 4, 5 e 6, che spesso vincono una medaglia. È molto positivo che stiamo battendo nuovamente il record nazionale. Quarto posto è il peggiore secondo me, ma dimostra che “non siamo lontani da questo”.

Broeders si arrende: 'Ascoltate il corpo'

Ben Broeder è arrivato sesto in pole ma non è riuscito a sfruttare appieno la sua opportunità. È rimasto libero all'altezza di apertura di 5,50 me ha immediatamente superato 5,65 m. Ma a 5,75 metri le cose sono andate male. Prima ha continuato a correre verso il tappeto, poi gli è stata assegnata una penalità di tempo e al terzo tentativo ha smesso di correre dopo pochi metri.

“Mi sono sentito abbastanza bene durante il riscaldamento e durante i primi due salti, ma poi è passato. Ho avuto i crampi e ho dovuto ascoltare il mio corpo”, ha spiegato Browerders.

La stessa cosa gli successe due anni fa durante i Mondiali di Belgrado. “Anche io ho avuto il Covid una settimana fa. Devo tenere conto dei segnali che mi manda il mio corpo. Quest'inverno sono stato male due volte, il che ha avuto un impatto negativo. Adesso ho bisogno di riposare”.

Hauttekeete soddisfatto del primo posto nell'eptathlon tra i senior: “Mi sono divertito due giorni”

L'eptatleta Jente Hauttekeete ha concluso il suo primo eptathlon senior all'ottavo posto con 5.940 punti.

Il 21enne ha segnato il record personale di 6.131 punti al campionato belga di Louvain-la-Neuve il mese scorso. Questo lo rende secondo nella classifica belga dopo Thomas van der Pletsen (6259 punti).

In precedenza aveva pensato che fosse possibile arrivare tra i primi sei, ma poi ha dovuto essere 4 secondi più veloce negli ultimi 1.000 metri. “Mi sentivo molto rigido alle gambe. È normale. Questo è stato il mio terzo eptathlon quest'inverno. Normalmente ne fai uno.”

Il detentore del record mondiale under 20 aveva meno sensibilità per il salto in alto. Lì si è fermato a 2.01, 11 cm sotto la sua migliore prestazione. “Normalmente è la mia canzone migliore, ma quella competizione fu un vero disastro. Eravamo alla fine di una corsa di 400 metri, con così tanti giudici e fotografi, e avevo solo 50 centimetri per iniziare la gara. Ero completamente esausto. ” Le folle. Ero completamente fuori controllo. “E non ho dormito bene neanche stanotte.”

Domenica era tornato al suo livello. Hauttekeete guarda indietro con sollievo. “Sono stati un paio di giorni divertenti. Torno a casa fiducioso. Sono contento che ora ci sia un po' di sollievo. Sono un po' stanco fisicamente e mentalmente.”

READ  campionato europeo. Sbagliare un calcio di rigore porta a una conclusione pazzesca in...

La migliore Coppa del Mondo di Futsal di sempre per il Belgio

Che notte! Che Mondiale indoor per i belgi! Quattro medaglie, tre delle quali d'oro. Il Belgio non ha mai ottenuto risultati migliori ai Mondiali indoor.

IL Tornado belga Hanno esteso il loro titolo nei 4 x 400 metri grazie ad una gara finale particolarmente forte di Alexandre Dohm.

Anche Leopardi belgi Ha fatto un ottimo lavoro. La medaglia era molto alta, ma finirono quarti con un record belga.

Elliot Christian Il raccolto belga è aumentato ancora di più nella finale degli 800 metri. Dopo un'altra bella gara ha vinto la medaglia di bronzo.

Oltre a tutti i successi belgi, la prestazione di Devin Charlton è stata particolarmente accattivante. L'atleta delle Bahamas ha vinto la medaglia d'oro nei 60 metri a ostacoli con un record mondiale.

oro! La squadra belga Tornado è diventata campione del mondo dopo la fine del fantastico gioco Doom

Christian ha vinto la medaglia di bronzo nella corsa degli 800 metri, mentre il belga Leopardo è arrivato quarto

Christian: “Vincere una medaglia qui era un sogno”

Hailo vince!

Hailo supera McKay nell'ultimo giro e vince la medaglia d'oro. Come per i 1.500 metri maschili, argento e bronzo andranno agli Stati Uniti. Nikki Hiltz è al secondo posto e Emily MacKay al terzo.

All'improvviso una forte accelerazione da parte dell'americano Mackay. Può consegnare una sorpresa?

In testa c’è l’Etiopia

Hailum, Wiltigi e Hailo dettano il ritmo. Ruberanno presto anche tutte le medaglie?

Hailu e Welteji sono rimasti soli in testa per un po', ma ora gli altri si stanno avvicinando di nuovo.

Gli etiopi vogliono rendere la partita difficile. Hailu e Welteji scappano immediatamente.

Uragani belgi: “Lo dedichiamo a Julian”

L’Etiopia si sta muovendo verso una nuova campagna pulita

Gli atleti dei 1.500 metri potrebbero suonare l'accordo finale di questa Coppa del Mondo. Dopo Genzebe Dibaba nel 2018 e Godav Tsegaye nel 2022, ci sono buone possibilità di conquistare il terzo titolo etiope consecutivo.

Ai precedenti Campionati mondiali indoor di Belgrado, l'intero podio era del colore dell'Etiopia, e una vittoria così netta è certamente possibile ora con giocatori di punta come Frewini Hailu, Derebe Velteje e Berke Hejlum.

Non esiste un record mondiale per Duplantis

Ultimo tentativo di Duplantis a 6,24 metri, ma è andato completamente storto. Sarà per un'altra volta. Naturalmente Duplantis otterrà il titolo mondiale. A questo scopo erano sufficienti 6,05 metri.

Oro per Beamish!

Cole Hooker sembra essere sulla buona strada per l'oro, ma con una fantastica gara finale, il neozelandese Geordie Beamish balza dal quinto posto alla vittoria!

3'36″54 è il suo tempo, record personale. Gli USA devono accontentarsi dell'argento per Hooker e del bronzo per Kessler. Il campione in carica Tefera è solo settimo.