QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

“Nessuno mi ama! Nessuno mi dà da mangiare!”: Ragazzo britannico (6 anni) muore dopo una continua aggressione | All’estero

In Inghilterra, un orribile processo per abusi sui minori sta gradualmente volgendo al termine. Arthur Labingo Hughes (6 anni) è stato così abusato da suo padre e dalla matrigna che è morto il 17 giugno 2020. Alla fine è stato ucciso da una lesione cerebrale. In due strazianti clip audio, si può sentire il ragazzo piangere tra sé e sé. “Nessuno mi ama! Nessuno mi nutre!”




Arthur alla fine è morto quando era a casa da solo con la sua matrigna nel villaggio britannico di Shirley durante il blocco. Si sospetta che Emma Tastin abbia ripetutamente battuto la testa con un “oggetto duro”. Ci sono voluti altri 12 minuti prima che chiamasse i servizi di emergenza. Ho detto al turnista che Arthur potrebbe essere caduto dalle scale. Poi ha sbattuto la testa a terra altre cinque volte.


Tuttavia, le accuse non sono emerse dal nulla. La corte ha forti sospetti che Arthur sia stato sistematicamente abusato da suo padre, Thomas Hughes, e dal suo nuovo partner. Ad esempio, gli veniva dato pochissimo cibo o bevande, doveva stare in piedi fino a 14 ore al giorno nel corridoio ed era picchiato sulla catena di montaggio. Doveva dormire per terra senza materasso. I pochi pasti che preparava erano pieni di sale. Giusto per infastidirlo…

READ  Un giorno dopo il vertice sul clima, il presidente ha annullato un quarto del bilancio ambientale del Brasile all'estero

130 infortuni

Tustin riconosce che c’è stato un abuso, ma certamente non nella misura sopra descritta. Ha negato l’accusa di omicidio. Anche Hughes si lava le mani perfettamente innocentemente. Strano, considerando che il corpo di Arthur ha subito un totale di 130 ferite.

I messaggi di testo hanno mostrato che Hughes ha incoraggiato il suo partner nelle pratiche di tortura. “Togligli la mascella dalle spalle. Oppure legalo. Mettigli un calzino in bocca e avvolgilo intorno con una corda”, ha detto, tra le altre cose.

La nonna di Arthur ha provato a suonare l’allarme a un certo punto. Ho segnalato ai servizi di protezione dell’infanzia, ma il personale che è venuto non ha notato nulla di sospetto. Hanno detto che i lividi erano “il risultato del gioco”.

schegge dolorose

La corte ha anche trovato più di duecento clip audio che mostrano, tra l’altro, come il ragazzo veniva punito. “L’ho mandato al mio partner per dimostrare ancora una volta quanto fosse cattivo Arthur”, ha spiegato Tustin.

La giuria ha ascoltato due di quelle orribili registrazioni audio. In una clip di 23 secondi, Arthur ha ripetuto quattro volte che “Nessuno mi ama”. L’altra parte richiede 44 secondi per essere completata. Ha gridato sette volte: “Nessuno mi dà da mangiare”.

Le riprese della CCTV di Arthur sono apparse poche ore prima della sua morte. Mostra quanto sia stato già battuto. Il dolore ha impiegato più di due minuti per alzarsi, sollevare la trapunta e camminare a sei piedi dalla porta.

Il processo continua la prossima settimana.