QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Non che ascolteranno, ma ecco 10 cose a cui puoi rispondere per le persone che non vogliono farsi vaccinare

Sono piuttosto fanatici, la maggior parte rifiuta i vaccini. La ricerca ha già dimostrato che la maggior parte di questi antiossidanti difficilmente accetta le argomentazioni scientifiche che confutano la loro posizione. Ma anche mentre entriamo nella fase finale della campagna di vaccinazione, questa affermazione è ancora valida: è importante per l’immunità di gregge che venga vaccinato un numero sufficiente di persone. Quindi ecco dieci risposte a dieci argomenti che gli oppositori vogliono fare. Non si sa mai.

1: Il vaccino contro il Covid-19 influisce sulla fertilità della donna e/o è pericoloso per le donne in gravidanza

Quest’ultimo mito è stato alimentato a dicembre 2020 Messaggio sui social Hanno partecipato il Dr. Wolfgang Woodarge, medico ed ex capo allergologo e terapista respiratorio presso Pfizer, e il Dr. Michael Yeadon, pneumologo. Hanno affermato che la proteina spike sul coronavirus è la stessa proteina spike responsabile della crescita e dell’attaccamento della placenta durante la gravidanza. Il timore era che, a causa del vaccino, il sistema immunitario non sarebbe stato in grado di distinguere tra le due proteine ​​precursori e attaccare la proteina placentare.

questo non è vero. La composizione complessiva della proteina della placenta è molto diversa dalla proteina spike del coronavirus.

Inoltre, i benefici della vaccinazione superano i rischi di infezione per le donne in gravidanza. Perché ciò che è vero Sebbene il rischio complessivo di malattie gravi sia basso, le donne in gravidanza e in gravidanza sono a maggior rischio di malattie gravi da Covid-19 rispetto alle persone non gravide.. Inoltre, le donne in gravidanza infette da Covid-19 sono a maggior rischio di parto pretermine e possono essere a maggior rischio di altri esiti avversi della gravidanza rispetto alle donne in gravidanza senza Covid-19.

I vaccini rendono le donne meno fertili Neanche questo è vero. Questo è già stato testato, prima nelle prime fasi della ricerca sugli animali, e poi corroborato dal numero di gravidanze avvenute durante le fasi di sperimentazione con l’uomo.

2: Il vaccino può causare infertilità maschile e disfunzione erettile

Uno dei motivi principali per cui gli uomini non vengono vaccinati è l’idea che i vaccini possono influenzare la fertilità e la potenza di un uomo. La ricerca mostra il contrario. Non ci sono prove che il vaccino danneggi il sistema riproduttivo di un uomo. Ma il Covid-19 sì.

Recenti studi di medici e ricercatori Potrebbero aver scoperto conseguenze di vasta portata dell’infezione da coronavirus per gli uomini di tutte le età, compresi gli uomini più giovani e di mezza età che vogliono avere figli.

Questo di per sé non è una sorpresa. Dopotutto, gli scienziati sanno che altri virus invadono i testicoli e influenzano la produzione di sperma e la fertilità. Caso in questione: i ricercatori che studiano i testicoli di sei pazienti morti di SARS-CoV nel 2006 hanno scoperto che tutti avevano un’ampia distruzione cellulare, con poco o nessun sperma.

READ  La nuova medicina per la depressione è... il protossido di azoto

È noto anche che la parotite e il virus Zika invadono i testicoli e causano infiammazioni. Fino al 20% degli uomini infettati da questi virus avrà una produzione di sperma ridotta.

3: Ho contratto il Covid-19 quindi non ho bisogno di un vaccino

La reinfezione da SARS-CoV-2, il virus che causa il Covid-19, può verificarsi in individui che hanno avuto il virus in precedenza. Ma il vaccino protegge dalle gravi complicazioni del Covid-19 per coloro che si infettano di nuovo.

Il livello di protezione raggiunto dall’immunità naturale dopo l’infezione con il virus è sconosciuto. Ma gli scienziati ritengono che il vaccino offra una migliore protezione dalle infezioni naturali.

L’immunità deriva dalla capacità del sistema immunitario di ricordare l’infezione. Usando questa memoria immunitaria, il corpo è in grado di reagire se incontra di nuovo la malattia. Gli anticorpi sono proteine ​​che possono legarsi al virus e prevenire l’infezione. Le cellule T sono le cellule che dirigono il processo di rimozione delle cellule infette e dei virus già legati agli anticorpi. Questi due sono alcuni dei principali attori che contribuiscono all’immunità.

Dopo l’infezione da SARS-CoV-2, le risposte anticorpali e dei linfociti T possono essere abbastanza forti da proteggere dalla reinfezione. La ricerca mostra che è improbabile che il 91% delle persone che sviluppano anticorpi contro il coronavirus venga nuovamente infettato anche dopo un’infezione lieve per sei mesi. È probabile che anche le persone che non hanno sviluppato sintomi durante l’infezione sviluppino l’immunità, sebbene tendano a produrre meno anticorpi rispetto a coloro che si sono sentiti male.

Il problema è che non tutti svilupperanno l’immunità dopo l’infezione da SARS-CoV-2. Fino al 9% delle persone infette non ha anticorpi rilevabili e fino al 7% delle persone non ha cellule T che riconoscono il virus 30 giorni dopo l’infezione.

Per le persone che sviluppano l’immunità perché hanno avuto un’infezione, la forza e la durata della protezione possono variare notevolmente. Almeno il 5% delle persone perderà la protezione immunitaria entro pochi mesi. Senza forti difese, queste persone sono vulnerabili alla reinfezione da coronavirus. Alcuni hanno avuto un secondo attacco di Covid-19 già un mese dopo la prima infezione; Sebbene questo sia raro, alcune persone che hanno contratto una seconda infezione sono state ricoverate in ospedale o addirittura sono morte.

I vaccini Covid-19 generano una risposta agli anticorpi e alle cellule T, ma sono molto più forti e coerenti dell’immunità naturale alle infezioni. Gli studi mostrano anche che i livelli di anticorpi sono molto più alti nelle persone che sono state vaccinate rispetto a quelle che si sono riprese dall’infezione.

4: Gli effetti collaterali del vaccino contro il Covid-19 sono gravi

La maggior parte degli effetti collaterali dei vaccini COVID-19 sono molto lievi: febbricola, dolore al braccio e affaticamento. Questo richiede un massimo di uno o tre giorni. Gli effetti collaterali rari come i coaguli di sangue sono molto rari. Per ogni milione di persone che hanno ricevuto la prima iniezione, ci sono state 8,1 segnalazioni di trombosi con sindrome da trombocitopenia (TTS) – coaguli di sangue con piastrine basse. Questo è secondo uno studio su un totale di 49,23 milioni di persone che hanno ricevuto il vaccino AstraZeneca nell’Unione europea, nello Spazio economico europeo e nel Regno Unito. Dopo la seconda dose, ci sono stati 2,3 casi per milione che hanno riportato problemi di coagulazione del sangue. I numeri sono simili per il vaccino Janssen.

READ  Continua a fare il test per il tampone COVID-19 per prevenire la diffusione - Suriname Herald

Per inciso, il rischio di coaguli di sangue nelle persone che non sono immunizzate a causa dell’infezione da virus Covid-19 aumenta da otto a dieci volte.

5: I vaccini contengono un microchip in grado di tracciare e controllare una persona

Questa teoria della cospirazione è stata propagata dai sostenitori dell’anti-vaccinazione che credevano che l’uomo d’affari, investitore e filantropo americano Bill Gates avrebbe impiantato microchip per tracciare i movimenti delle persone, usando il vaccino come metodo di consegna.

Questo mito ha guadagnato slancio quando un video è stato condiviso su Facebook con false affermazioni sul microchip opzionale su un’etichetta della siringa del vaccino contro il Covid-19. Lo scopo di questa diapositiva è confermare che il vaccino e l’iniezione non siano adulterati e non siano scaduti. Il chip conferma anche se sono state utilizzate iniezioni. Il chip fa parte dell’etichetta della siringa, non del materiale iniettabile stesso.

Sesto: lo sviluppo del vaccino contro il Covid-19 si è mosso molto rapidamente

È vero che il vaccino contro il virus Corona è stato sviluppato molto rapidamente. Ma era possibile perché la tecnologia del vaccino era in sviluppo da molti anni. Una volta identificate le informazioni genetiche SARS-CoV-2, il processo può iniziare rapidamente. C’erano risorse sufficienti per finanziare lo studio e i social media hanno reso più facile reclutare partecipanti per gli studi clinici.

Poiché il Covid-19 è così contagioso e diffuso, non ci è voluto molto per vedere se il vaccino funzionava per i volontari di ricerca vaccinati. Le aziende hanno iniziato a produrre vaccini all’inizio del processo, anche prima che fossero approvati, quindi alcune scorte erano pronte quando è avvenuta l’autorizzazione.

7: Il vaccino contro il Covid-19 potrebbe cambiare il mio DNA

Il vaccino RNA messaggero (Pfizer, Moderna) e il vaccino vettore virale (AstraZeneca, Johnson & Johnson) fanno sì che il tuo corpo sviluppi una protezione in modo che il tuo corpo sia pronto a combattere il virus quando vieni infettato da SARS-CoV-2. L’RNA messaggero (mRNA) di due dei primi tipi di vaccini Covid-19 entra nelle cellule, ma non nel nucleo delle cellule in cui si trova il DNA. L’mRNA fa sì che la cellula produca proteine ​​per rafforzare il sistema immunitario, quindi lo scompone rapidamente, senza influenzare il DNA.

READ  "L'esercizio fisico è necessario anche dopo la pandemia Corona per prevenire i rischi per la salute".

8: Non sappiamo quali siano gli effetti collaterali a lungo termine

Gli esperti affermano che eventuali effetti collaterali dannosi dei vaccini si verificano quasi sempre entro le prime due settimane e sicuramente nei primi due mesi. L’effetto collaterale del vaccino più grave nella storia è stato notato entro sei settimane. Ecco perché le autorità sanitarie in Europa e negli Stati Uniti, ad esempio, hanno aspettato almeno due mesi dopo aver vaccinato le persone prima di considerare se concedere l’approvazione di emergenza per i vaccini Covid-19.

9: La mia fede mi proteggerà, quindi non ho bisogno di essere vaccinato

Non sorprende che alcune comunità religiose abbiano espresso scetticismo sul vaccino. Studio dal 2019 Ho scoperto che la religione e il rifiuto del vaccino sono collegati. Uno Studia in Australia quest’anno Ha scoperto che le persone con “livelli più elevati di religiosità” avevano maggiori probabilità di esitare o resistere al loro desiderio di vaccinarsi. Lo scetticismo religioso è esistito dall’invenzione dei vaccini in Occidente nel 1796, quando alcuni leader religiosi consideravano il vaccino contro il vaiolo “agire contro la volontà di Dio”.

Oggi ci sono i resti di quell’argomento anti-scienza. Ecco la contro-argomentazione: se credi che Dio ci abbia creati a sua immagine, inclusa la capacità di pensare e ragionare, allora le vaccinazioni ci hanno salvato molte malattie e miseria. pensa lontano. Non moriremo più di vaiolo. I bambini non hanno più la polio in modo permanente. Questa è una buona cosa. Questo perché Dio ci ha dato un cervello per pensare e pensare. Quindi usiamolo.

10: Ci sono più di noi che rifiutano di essere vaccinati di quanto pensi

non proprio. Quando la campagna di vaccinazione contro il coronavirus finirà, o almeno questa fase, difficilmente ci si può aspettare che 100.000 persone di età superiore ai 18 anni rifiutino un solo colpo. Non male con 5,3 milioni. Stiamo facendo un lavoro molto migliore in questo settore rispetto alla maggior parte delle aree del mondo. E mentre le immagini delle proteste contro i vaccini possono sembrare sbalorditive, in tutta Europa non sono altro che un retroscena piuttosto che una vera rivolta. Anche in Francia, dove le proteste sono al culmine, tre quarti della popolazione non ha problemi a introdurre celebrità Tessera sanitaria che limita l’accesso ai ristoranti, tra l’altro, a coloro che sono stati vaccinati.

Nota: le persone a cui è stato fatto il lavaggio del cervello per credere che i vaccini siano dannosi non sono il vero problema.

Il vero problema sono le persone che fanno il lavaggio del cervello. Alcuni di loro sono stati vaccinati a loro volta. Seminano solo dubbi e paure per interesse personale. Dopotutto, a chi importa davvero quando la polarizzazione è così redditizia?

(Sono)

Leggi anche: