QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Quasi la metà della ricerca sul cancro al seno è inferiore a causa della crisi di Corona

A causa della crisi della Corona, quasi la metà delle donne sarà sottoposta a screening per il cancro al seno nel 2020 rispetto all’anno precedente. La crisi di Corona ha portato alla sospensione per alcuni mesi degli esami della popolazione per il cancro. Lo afferma l’Istituto nazionale per la salute pubblica e l’ambiente (Rivm). giovedi.

Poiché lo screening della popolazione non era stato possibile per un po’, sono state invitate meno persone. Solo il 55% delle donne del gruppo target ha ricevuto un invito. Inoltre, meno olandesi sono stati sottoposti a screening per il cancro al colon: 1,8 milioni di persone su 2,2 milioni del gruppo target hanno ricevuto un invito nel 2020. cancro cervicale Sono state invitate 600.000 donne, invece di 800.000 è stato il turno di quest’anno.

Solo poche persone hanno accettato le richieste di screening demografico per il cancro al seno e al collo dell’utero. Secondo RIVM, gli invitati potrebbero aver avuto paura del Covid-19, quindi hanno deciso di non partecipare allo spettacolo. Tra le donne invitate, 7 su 10 hanno partecipato allo screening del cancro al seno e 5 su 10 allo screening del cancro del collo dell’utero.

Per rimediare, vengono inviate più lettere di invito, comprese le donne che non hanno risposto all’invito l’anno scorso. Alcuni da allora hanno partecipato allo screening della popolazione. Nella ricerca sul cancro al seno, i partecipanti ora ricevono un invito aperto piuttosto che un orario e un luogo fissi. Di conseguenza, la capacità di carico viene utilizzata meglio, secondo l’istituto.

Leggi anche: Numero più basso di malati di cancro in 30 anni. Motivo? Corona


READ  Prima terapia genica per la SMA: uno sviluppo promettente

Questo articolo fa anche parte del nostro live blog: Quasi la metà della ricerca sul cancro al seno è inferiore a causa della crisi di Corona