QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Questi cinque soldati americani sono stati uccisi in…

Tredici soldati statunitensi sono stati uccisi giovedì pomeriggio in un attacco vicino all’aeroporto di Kabul. L’identità dei cinque è ora nota, relativa a quattro marines e un medico della US Navy.

Il Dipartimento della Difesa Usa non ha ancora reso note ufficialmente le identità dei 13 morti, ma le stesse famiglie delle cinque vittime hanno già riferito la notizia. Le identità degli altri sei marines e di due soldati non sono ancora note e le loro famiglie potrebbero dover essere ancora informate. Secondo il protocollo, il Pentagono non confermerà i nomi dei soldati morti fino a 24 ore dopo che la loro morte sarà stata annunciata alle loro famiglie.

Riley McCollum

Riley McCollum, un giovane di Bundurant, nel Wyoming, si è iscritto al Corpo dei Marines subito dopo il liceo. Era il suo primo incarico all’estero. Suo padre ha detto: “Ha voluto essere un marine per tutta la vita, anche quando indossava ancora i pannolini andava in giro con una pistola”.

McCollum si era appena sposato a maggio, sua moglie era incinta del suo primo figlio e avrebbe dovuto partorire tra tre settimane. “Voleva diventare un insegnante di storia e un allenatore di wrestling dopo aver servito il suo paese. Era un ragazzo duro ma gentile che ha avuto un impatto su tutti quelli che ha incontrato. “

Riley McCollum
Foto: rr

David Lee Espinosa

David Lee Espinosa (20 anni) era di Laredo, Texas. “I nostri pensieri e le nostre preghiere rimangono con la famiglia del marine ucciso, David L. Espinoza”, ha detto il dipartimento di polizia dalla sua città natale. “Sempre fata. Grazie per il vostro servizio.”

READ  Che emozione: Hamilton mette fuori gioco Verstappen nel primo giro e poi vince anche dopo un finale da brividi | Formula 1 a Silverstone
Cinque soldati americani uccisi in un attentato a Kabul:
David Lee Espinosa
Foto: IF

Kareem Nikoui

Crema Naqvi dalla California. “Amava quello che faceva”, ha detto suo padre, Steve. “Ha sempre voluto essere un marine. Amava il Corpo ed era leale: ne avrebbe fatto una carriera. Voleva andarsene. Non ha esitato un momento quando il dovere lo richiedeva. “

“Non mi sono reso conto che mio figlio era morto finché non ho visto improvvisamente un gruppo di marines in piedi davanti alla mia porta”, continua la lettera. “Non ho dormito per un batter d’occhio tutta la notte, sono ancora sotto shock. Non capisco cosa stia succedendo”. Anche il padre di Nicoy è duro con il presidente Joe Biden. Hanno mandato mio figlio lì a compilare i documenti e improvvisamente ha dovuto lavorare con i talebani per la sicurezza. Do la colpa ai nostri capi militari. Biden ha voltato le spalle a mio figlio. Semplicemente.”

Cinque soldati americani uccisi in un attentato a Kabul:
Kareem Nikoui
Foto: rr

Maxton Soviak

Maxton Soviak, un giovane ventenne di Berlin Heights, Ohio, ha lavorato prima come bagnino e tecnico di manutenzione, poi è diventato un medico nella Marina degli Stati Uniti. “Non comincerò a portare la politica in questo”, ha scritto sua sorella, Marlene Soviak. “Quello che dirò è che il mio fratellino bello, intelligente, testardo, fastidioso e affascinante è stato ucciso ieri nel tentativo di salvare vite”. Era un dottore sciocco, ed era lì per aiutare le persone. Ora se n’è andato e la mia famiglia non sarà mai più la stessa. C’è un buco delle dimensioni di Maxton che non potrà mai più essere riempito. Era solo un ragazzino. Mandiamo lì i bambini a morire, e i bambini con famiglie come la nostra ora sono duramente colpiti».

READ  Scadenza superata: gli operatori sanitari francesi devono ora essere vaccinati per continuare a lavorare
Cinque soldati americani uccisi in un attentato a Kabul:
Maxton Soviak
Foto: rr

Jared Schmitz

Caporale Jared Schmitz, 20 anni, della contea di St. Charles, Missouri. “La sua vita significa molto di più. È così difficile per me”, ha detto suo padre, Mark, che non sarei stato in grado di vedere l’uomo che è diventato così rapidamente. “Ha sempre sognato di diventare un soldato.” Era il suo primo incarico all’estero.