QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Stato di patrimonio della medicina del lavoro! | contatto medico

Alla fine dello scorso anno, una “cultura del parto in casa” è stata aggiunta alla lista del patrimonio immateriale olandese. Secondo KNOV, il parto in casa ha una lunga tradizione. “Fa parte della cultura immateriale olandese”. È unico se lo si confronta con altri paesi. Il Centro di conoscenza olandese per il patrimonio immateriale spera che il governo olandese nominerà la cultura del parto in casa per una nomina dell’UNESCO in futuro.

Come padre di tre bambini nati in casa, ero profondamente commosso. Giustizia finalmente! Sfortunatamente, non c’è nessun posto dove andare per visitare questo patrimonio. Per questo è intangibile. I fautori del parto in casa non hanno un posto dove incontrarsi. Non hanno un posto dove perdere i loro sentimenti. E ci sono sicuramente sentimenti, perché il parto in casa rischia di svanire dai Paesi Bassi. I ginecologi olandesi, uniti in NVOG, sottolineano i rischi e le complicazioni dei parti in casa. ‘No! Vieni da noi in ospedale! Qui sei sicuro e rassicurante per alleviare bene il dolore!

Ma ci sono altre notizie sul patrimonio. Anche le migliori notizie sul patrimonio. Le colonie della bontà sono state inserite nella Lista del Patrimonio Mondiale dell’UNESCO. Proprio come il parto in casa, questa è un’istituzione antica. Una di queste colonie, Veenhuizen, costruita nel 1818, ospita il Museo della prigione. Lo status di patrimonio ha incuriosito molte persone. Lo scorso fine settimana c’è stato un enorme afflusso di turisti a Veenhuizen. Tutte le fasce orarie si sono riempite velocemente. Le prenotazioni stanno scorrendo anche nei prossimi giorni.

È fantastico che alla gente piaccia così tanto questo status di patrimonio! Nel caso di Veenhuizen, si tratta del patrimonio materiale. Puoi guidare lì! Puoi semplicemente toccarlo! Questo spiega la folla lì ovviamente. Mentre le nascite in casa avvengono ancora nei Paesi Bassi, Veenhuizen è già diventata storia. Le colonie non sono più abitate dai poveri, dai vagabondi e dai vagabondi. Non ci sono più ladri e sfruttatori nell’ex carcere. È un interesse puramente storico che spinge le persone a Veenhuizen. Questa impostazione del patrimonio rende questa visita ancora più attraente. Puoi andare a casa con quello!

READ  Livelli elevati di zucchero nel sangue aumentano il rischio di depressione più avanti nella vita

Tutti questi sviluppi mi hanno dato un’idea. Sono favorevole a conferire lo status di patrimonio culturale anche alla medicina del lavoro olandese. Anche questo fa parte della cultura immateriale olandese. È anche abbastanza unico rispetto ai nostri paesi vicini. Proprio come il parto in casa, la medicina del lavoro sta lentamente ma inesorabilmente declinando. Come nelle colonie benevole, molto lavoro è stato fatto dal 19° secolo. I lavoratori che svolgevano un lavoro malsano e preoccupante erano motivo di preoccupazione. Molti medici hanno pensato a fondo e scritto libri sulle malattie professionali e sulla loro prevenzione! Orari di consultazione e polizze infortuni in sede aziendale. Tuttavia, con la scomparsa del settore, le carte sono cambiate. Lo stress da lavoro è ormai il problema principale e la principale causa di assenteismo. Disturbi psicologici e stanchezza. Anche questo problema può essere affrontato. E per prevenire! Ma questo approccio si concentra più sul fattore che sul lavoro. È psicologico piuttosto che medico.

Non vedo l’ora di raggiungere lo status di patrimonio della medicina del lavoro. Ma possiamo anche catturare l’interesse del pubblico per questo argomento apparentemente noioso, proprio come in Veenhuizen?

Sì, dovrebbe funzionare, purché non lo manteniamo non essenziale. Dobbiamo renderlo fisico! Dobbiamo dare al pubblico un posto dove possono vedere da soli com’era prima. Cosa significa avere l’asma del fornaio, o la febbre da latte, o le ginocchia delle suore, o i polmoni dei minatori, o le guance dei soffiatori di vetro.

E abbiamo già un posto del genere! Il punto d’incontro della storia medica olandese a Urk ha una libreria di 28 metri contenente letteratura industriale del XIX e XX secolo. Questo è solo l’inizio. Perché il pubblico non vuole leggere libri, vuole vagare e spiare. Assaggiate l’atmosfera. I bambini dovrebbero imparare qualcosa da esso. Quindi dovremmo farne un museo funzionante. Dove si può vedere, sentire, sentire, annusare e assaporare come hanno sofferto milioni di lavoratori olandesi. Con tutte le conseguenze per la loro salute. Assicurati di prenotare in anticipo, perché non avrai fretta.

READ  Reagireste più fortemente al vaccino se fossi già infetto (inosservato)?



Altro da André Weel