QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Tanti combattimenti, nessun gol: la rivalità Inghilterra-Scozia finisce senza un vincitore | Campionato Europeo 2020

Tanti combattimenti, nessun gol. La rivalità tra Inghilterra e Scozia si è conclusa senza un vincitore. Entrambe le squadre sono andate vicino al gol più volte, ma non sono riuscite a segnare. Soprattutto per gli inglesi una delusione.

Inghilterra – Scozia in poche parole:

  • momento chiave: Dieci minuti prima della fine, Raheem Sterling ferma i suoi demoni nei Sixteen Scots. Scende impaziente dopo un leggero contatto con Robertson e chiede una penalità. L’arbitro Lahoz non vuole sapere nulla di lei e il VAR non interviene.
  • uomo partita: Lyndon Dykes ha reso le cose difficili per la difesa inglese stasera. Lo scozzese ha formato un meraviglioso tandem con Che Adams, una delle superstar scozzesi. Nell’ora è andato vicino allo 0-1 per due volte, ma Mings e James hanno messo le mani in pasta.
  • Speciale: L’Inghilterra ha pareggiato 0-0 solo in un torneo importante per il 17° torneo della sua storia. Nessun altro paese può farlo. È anche la prima volta che una partita tra Scozia e Inghilterra a Wembley finisce 0-0.

Visualizza il riepilogo Inghilterra – Scozia

Pietre sulla colonna, O’Donnell a Bickford

Derby tra Scozia e Inghilterra a Londra, poi la pioggia non può mancare. I fan entusiasti erano presenti anche allo stadio di Wembley e hanno visto la Scozia decollare con il botto. Appena 5 minuti dopo, Adams riesce a liberarsi da distanza ravvicinata, ma Stones blocca il tiro.

Anche la prima opportunità per la lingua inglese non si è fatta attendere. Le pietre hanno perso di vista il calcio d’angolo ma il suo colpo di testa ha colpito il palo. Subito dopo gli scozzesi sbagliarono di nuovo. Sterling ha preso la palla da McTominay e l’ha giocata attraverso le gambe dello scozzese, ma Mount, entrando, non è stato in grado di estendere la palla in porta.

Gli scozzesi hanno dovuto rallentare un po’ dopo l’ottimo inizio, ma erano quasi in vantaggio dopo mezz’ora. Con un superbo tiro su cross di Tierney, O’Donnell Beckford obbliga a un’altrettanto bella parata. Gli inglesi sopravvissero illesi.

La testa di Stones colpisce il palo

Il tiro di O’Donnell costringe Pickford a fare una grande parata

L’Inghilterra vuole, ma non riceverà un rigore

Dopo la sosta, l’Inghilterra strappò subito la gola agli scozzesi. Robertson era troppo veloce per Mount su un cross di Sterling e lo stesso Mount mise Marshall al lavoro per la prima volta poco dopo con un pugno. Anche James ha fatto i compiti, il suo bel tiro lungo era finito.

La tempesta inglese si placò alla stessa velocità e in un’ora gli scozzesi stavano quasi avanzando. Dykes è andato vicino allo 0-1 in due occasioni. In primo luogo, Mings lo ha appena battuto su un cross calcolato e nell’angolo successivo, James colpisce un superbo tiro dalla linea.

Nella fase finale, la Scozia se l’è cavata con una svolta quando Robertson ha brevemente calpestato il piede di Sterling in area di rigore. L’attaccante del Manchester City è caduto con impazienza e l’Inghilterra ha urlato per un rigore e l’arbitro non ha visto le ossa. Il momento del flipper davanti al naso di Marshall ha causato un po’ di tensione negli straordinari, ma gli scozzesi hanno tenuto duro.

L’Inghilterra parte forte dopo la sosta

La minaccia delle doppie dighe

Non ha visto un errore a questo punto

‘serata frustrante’

  • Gareth Southgate (allenatore dell’Inghilterra): “E’ stata una serata frustrante, sappiamo di poter fare di meglio. Ma dobbiamo anche renderci conto che la Scozia ha difeso con dedizione totale e ha giocato bene. Alla fine non ci siamo preparati abbastanza per vincere. Se non puoi vincere un campionato partita, è importante non perderla. Questa è ovviamente una delusione per i nostri tifosi, ma ora dobbiamo andare avanti e concentrarci sulla prossima partita. Oggi non è bastato per vincere, abbiamo tirato troppo poco in porta. Dobbiamo lavorare su questo nei prossimi giorni. Questo vale anche per i nostri gruppi d’attacco. Giochiamo partite ad un livello molto alto, con molta intensità, è molto difficile trovare spazi. La Scozia è caduta bene nella propria metà campo e si è difeso bene. Non abbiamo trovato sbocchi”.
  • Steve Clark (allenatore della Scozia): “Sono molto contento per i giocatori e lo staff tecnico. Abbiamo fatto un’ottima partita. Ho visto una squadra forte in campo. Abbiamo lavorato duro per arrivare a questo punto e ci siamo riusciti. Questo è contro una squadra molto forte che ho Pensavamo di aver affrontato una situazione molto difficile dopo la sconfitta di lunedì contro la Repubblica Ceca. Abbiamo avuto alcune occasioni stasera, ma anche l’Inghilterra ha avuto momenti forti e potrebbe anche segnare.Questo ha reso questa partita una bella partita di calcio tra due buoni aratri.
  1. Il secondo tempo, il minuto 93. La fine. I tifosi scozzesi ballano mentre la loro squadra conquista un punto a Wembley contro l’Inghilterra. Entrambe le squadre hanno avuto la possibilità di segnare, ma è finita con un pareggio a reti inviolate. .
  2. Il secondo tempo, al 93′, la partita è finita
  3. Il secondo tempo, il minuto 92. Per un momento è diventato molto emozionante in Scozia sedicesimo. La palla viene lasciata davanti a Marshall in un vero momento da flipper in cui tutti stanno lottando per la palla. Alla fine, è McGinn che lancia via la palla. .
  4. Il secondo tempo, il minuto 91. Altri 2 minuti. L’Inghilterra ha ancora due minuti per accaparrarsi l’intero bottino. Gli scozzesi resisteranno? .
  5. Secondo tempo, minuto 90. Steve Clark sa di essere vicino a qualcosa di speciale per un allenatore della nazionale scozzese. Punta a Wembley contro la potente Inghilterra. Peter Vandenbett.
  6. Secondo tempo, minuto 88. Solo lui ha preso il secondo cartellino giallo in questa partita, ottimo per un derby così carico. Dopo McGinn, O’Donnell è ora prenotato. Non ci sono ancora biglietti per l’inglese. .
  7. Cartellino giallo per lo scozzese Stephen O’Donnell nel secondo tempo, 87′
  8. Secondo tempo, minuto 86. Sostituzione per la Scozia, dentro Kevin Nisbet, fuori Che Adams
  9. Il secondo tempo, minuto 83. Sullo 0-0 non c’era nessun giocatore in mare per l’Inghilterra, ma poi devono battere i cechi per vincere il set. Peter Vandenbett.
  10. Il secondo tempo, minuto 82. Nessuna penalità, ha continuato Robertson.

    Nessuna penalità, ha continuato Robertson

  11. Secondo tempo, minuto 80. Nessun rigore per l’Inghilterra. Solo un allarme rosso per gli scozzesi a sedici anni. Robertson tocca leggermente la sterlina e l’inglese mente avidamente. In Inghilterra vogliono un calcio di rigore, ma l’arbitro Lahos non risponde. Il VAR non interferisce. .
  12. Secondo tempo, minuto 80. Adams non riesce a inquadrare.
  13. Secondo tempo, minuto 79. Adams mostra in una volta. Resta all’Inghilterra prestare attenzione ai colpi della Scozia. La palla ha colpito il secondo palo ad Adams. Dovrebbe farlo uno alla volta, ma non colpisce molto bene la palla. .
  14. Secondo tempo, minuto 77. Finisce l’esordio di Gilmore con la Scozia e viene sostituito da Armstrong. Nel frattempo, l’Inghilterra ha eliminato Kane dai ranghi di Rashford. .
  15. Secondo tempo, minuto 76. Sostituzione per la Scozia, dentro Stuart Armstrong, fuori Billy Gilmore
  16. Secondo tempo, 75° minuto.
  17. Il secondo tempo, il minuto 75. È chiaro che Luke Shaw non è un attaccante.

    Ovviamente Luke Shu non è un attaccante ليس

  18. Secondo tempo, minuto 74. Sostituzione Inghilterra, dentro Marcus Rashford, fuori Harry Kane خروج
  19. Nel secondo tempo, al 74′, Shaw sbaglia il tiro. Con un bel rimbalzo, Mount Shaw manda al 16°, ma il tiro del difensore del Manchester United va completamente storto. Decidi molto prima. .
  20. Secondo tempo, minuto 69. Sulla carta è Davide contro Golia, ma stasera in campo non c’è niente da vedere. Gli scozzesi misero piede al fianco degli inglesi, ma ad un certo punto la squadra di Steve Clarke non ottenne molto. .
READ  Champions League. Si scopre che Carrasco è un anti-potere...