QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

tasso breve. Jacobsen batte Meus a Eurométropole – Amstel Gold Race e date di scambio Parigi-Roubaix | Ciclismo




Jakobsen batte Meus all’Eurométropole

Fabio Jacobsen ha vinto l’Eurométropole Tour. L’olandese è stato il più veloce in una volata a squadre e ha premiato Deceuninck-Quick, la sua 64esima mossa vincente della stagione. Jumbo-Visma è secondo nella classifica delle vittorie internazionali con… 40 vittorie. La squadra di Patrick Lefevre domina anche l’anno ciclistico 2021. Il 23enne belga Jordi Mius è arrivato secondo a Tournai e Mads Pedersen ha completato i primi tre.

© Foto Notizie

Koej parte per vincere il Giro di Croazia

Olaf Koig ha vinto la seconda tappa del Giro di Croazia (2.1). L’olandese della Jumbo-Visma ha vinto i 187 km da Slung a Otokak nella gara sprint davanti all’israeliano Itamar Einhorn e all’australiano Caden Groves. Il nostro connazionale Milan Mentin ha conquistato il settimo posto. Koegue ha anche preso in carico la maglia di leader dal tedesco Phil Bauhaus, che ha vinto la tappa di apertura. Ha sei secondi di vantaggio sul Bauhaus e dieci secondi di vantaggio su Einhorn.


Mulano ha vinto un’altra tappa in Sicilia

Juan Sebastian Molano ha vinto anche la seconda tappa del Giro di Sicilia. La squadra colombiano-emiratina ha preceduto gli italiani Matteo Mochetti e Jacob Marischko, dopo aver percorso una distanza di oltre 170 chilometri fino a Mondello. Mulano, ovviamente, ha mantenuto la testa della classifica generale.

Molano ha già vinto anche la prima tappa in Sicilia. Per il 26enne si tratta della quarta vittoria stagionale. In precedenza aveva vinto due tappe del Burgos Tour.

Juan Sebastian Molano.

Juan Sebastian Molano. © Foto Notizie

Le date della gara Amstel Gold e Parigi-Roubaix si sono invertite

L’Amstel Gold Race del prossimo anno sarà riprogrammata con la Parigi-Roubaix. La Dutch Classic si svolgerà domenica 10 aprile 2022, tra il Tour de Flanders e la Parigi-Roubaix. L’ASO, Parigi-Roubaix, ha chiesto un cambio a causa delle elezioni francesi previste per domenica 10 aprile 2022.

“Christian Prudhomme mi ha detto che il governo non avrebbe permesso che la Parigi-Roubaix si svolgesse il 10 aprile a causa delle elezioni francesi e mi ha chiesto se eravamo disposti a cambiare le date”, afferma Leo van Vliet, direttore della gara di Amstel Gold Race. “In stretta consultazione con l’ASO, l’UCI e i nostri comuni partner Maastricht e Valkenburg aan de Gaulle, abbiamo deciso di cambiare i fine settimana con la Parigi-Roubaix una volta a causa di queste circostanze eccezionali. È fantastico che possiate aiutarvi a vicenda in questo modo e che tutti siano pronti a collaborare. Domenica 10 aprile è anche un ottimo posto per noi nel calendario Spring Classics. Un ulteriore vantaggio dell’area è che con la nuova data saremo una settimana prima delle vacanze di Pasqua il 16 aprile -17, 2022 e le strutture locali avranno un fine settimana in più con diversi pernottamenti.Naturalmente speriamo di organizzare di nuovo una gara come al solito, con un pubblico e un ciclo dal vivo attraverso la scena del Limburgo”.

Christian Prudhomme, Direttore di ASO Cyclisme: “Questa soluzione è dovuta alla benevolenza e all’atteggiamento positivo dell’organizzazione dell’Amstel Gold Race e in particolare di Leo van Vliet e dell’UCI. Vorremmo ringraziarli a nome delle migliaia di fan per la loro collaborazione con questo cambio di dati.”

Wout van Aert ha vinto l'ultima edizione dell'Amstel Gold Race.

Wout van Aert ha vinto l’ultima edizione dell’Amstel Gold Race. © Foto Notizie

Evenepoel inizia al Giro dell’Emilia

Deceuninck-Quick.Step insieme a Remco Evenepoel per il Giro dell’Emilia di un giorno (2/10). Giocano per primi anche i body player Joao Almeida e Morey Vancevenant. La selezione è composta anche da Andrea Bagioli, Dries Devenyns, Fausto Masnada e Pieter Serry. Una delle gare di preparazione al Giro di Lombardia (9/10) è il Giro dell’Emilia.

Remko Evenpoel.

Remko Evenpoel. © Foto Notizie

Moscon scambia INEOS Grenadiers con Astana

Il 27enne italiano Gianni Moscon guiderà ad Astana per le prossime due stagioni. Moscon chiuderà l’anno con INEOS Grenadiers, debuttando nel 2016. Lo sprint (campione italiano a cronometro nel 2017 e 2018) e corridore di una giornata ha all’attivo 11 vittorie, di cui tre quest’anno con due tappe dell’Alpine Tour e un premio Grande Lugano. L’italiano ha vinto anche l’Arctic Race nel 2016 ed è arrivato terzo al Giro di Lombardia nel 2017.

Gianni Moscane.

Gianni Moscane. © Foto Notizie

Aranboro a Movistar

L’esercitazione basca Alex Aranburu correrà con i colori della squadra Movistar per le prossime tre stagioni. Il 26enne Aranboro corre ad Astana dal 2020. Il pilota spagnolo è il terzo acquisto di Movistar dopo il connazionale Oscar Rodriguez (26, Astana) e il tedesco Max Kanter (23, DSM). Arranborough, che è arrivato secondo dietro lo sloveno Primoz Roglic all’inizio della precedente Vuelta Trial, ha vinto la tappa di quest’anno nei Paesi Baschi. Ha quattro vittorie pro al suo nome.

Alex Arranborough.

Alex Arranborough. © Foto Notizie

Lotto Soudal ottiene il giovane australiano Jarrad Dreamers

Lotto Soudal si è rafforzato con i Grad Dreamers. Il 22enne australiano di Adelaide passa dal team Hagens Bermann Axion. Lo ha riferito mercoledì la squadra ciclistica belga. I Drizners, due volte Campioni Nazionali U23 (Road Race 2020, Crit 2019), hanno firmato un contratto biennale.

Non riesco ancora a crederci. “Non vedo l’ora, ma sono anche un po’ nervoso”, dice Jared Driesners. “Non me lo aspettavo affatto perché il 2021 non è stata la mia migliore stagione. Fortunatamente negli ultimi mesi sono riuscito a stupire Lotto Soudal. Dal Tour de l’Avenir corro ad alto livello. Sono arrivato quarto nella classifica finale del Tour. Domani Tour, e dieci giorni fa, sono stato catturato a soli 50 metri dall’arrivo a Liegi-Bastogne-Liegi, il che significa che ho perso un posto sul podio.È stato un momento davvero straziante. “

“Jarad è un buon rinforzo nello spettacolo poiché eccelle nelle salite brevi, negli sprint dei fan e negli sprint”, ha affermato John Lelang, direttore generale di Lotto Soudal. “E’ un pilota di grossa cilindrata che ama le corse belghe. Sicuramente non è il tipo di scalatore, ma potrebbe giocare un ruolo importante nelle qualifiche di Caleb Ewan. Inoltre, può anche completare il percorso da solo. Mi piacerebbe paragonarlo ai piloti come Brent Van Meyer o Harry Sweeney, con Jarrad si aggiungerà molto potenziale alla squadra”.

Prima di prepararsi per il suo primo anno con Lotto Soudal, i Drizner concluderanno la stagione in corso in Francia al Circuit des Ardennes, dal 7 al 10 ottobre.


Il livello più lungo dell’Alpecin-Fenix

Flores de Terre ha prolungato di un anno il contratto in scadenza con l’Alpecin-Fenix. Il nostro connazionale di 29 anni corre con il team Rodhoft Brothers dal 2020 e continuerà sicuramente a farlo fino alla fine del 2022. All’epoca, De Tier proveniva da Jumbo-Visma. Una classe è fondamentalmente un pilota che può lavorare verso l’alto in un importante ruolo di servizio. Il mese scorso ha completato la sua terza carriera alla Vuelta.

Flores de Ter.

Flores de Ter. © Foto Notizie

Kenny de Keitel alla guida dell’ultima volta a Kuipke al fianco di Robbe Ghys

Kenny De Keitel e Rob Gees difenderanno insieme il titolo del 2019 dal 16 al 21 novembre al Six Days of Ghent. Per de Ketely saranno gli ultimi sei giorni in Quebec. Alla fine di quest’anno, il 36enne East Fleming appenderà la sua bici al gancio.

De Ketele è stato il migliore quattro volte al Six Days of Ghent. Nel 2011 insieme al tedesco Robert Bartko, Jasper de Boist è stato suo compagno di squadra nel 2014, nel 2017 si è formato Moreno de Pauw e due anni fa un duo vincente con Robbie Guez. Con queste quattro vittorie, De Ketele condivide il sesto posto nella classifica eterna con Rik Van Steenbergen, Peter Post e Eddy Merckx. Inoltre, De Ketele si è piazzato secondo cinque volte e terzo due volte al Six Days di Gand.

Martedì è stato annunciato che De Ketele concluderà la sua carriera ciclistica sei giorni dopo Rotterdam (7-12 dicembre). Il Fleming orientale ha completato 17 stagioni come ciclista professionista. Nel 2012, lui e Gijs Van Hoecke si sono incoronati campione del mondo nelle corse a squadre, e cinque anni dopo è diventato vice campione del mondo nella corsa a punti. Ha anche vinto quattro medaglie di bronzo ai Mondiali e cinque titoli europei in pista. De Ketele ha vinto 21 volte per sei giorni. A Rotterdam, De Ketele gareggerà nella sua ultima gara al fianco dell’olandese Niki Terpstra.

Robbe Ghys e Kenny De Ketele.

Robbe Ghys e Kenny De Ketele. © BELGA

READ  Dimitri van den Berg inizia a perdere di poco contro De Souza nell'ultima settimana di freccette di Premier League ed esce dai primi quattro | Freccette in Premier League