QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Un pescatore spara accidentalmente a sua figlia (11) morta dopo una battuta di caccia | All’estero

Daisy Grace Lynn George era appena tornata dalla caccia con suo padre quando ha cercato di disattivare la sua pistola in macchina. Presumibilmente ha scalato la pistola perché pensava che l’arma non fosse più carica. Tuttavia, si è scoperto che c’era ancora un proiettile nel magazzino, ha spiegato lo sceriffo PJ Fletcher in una conferenza stampa lunedì.

“Pensava di aver malfunzionato la pistola, ma sfortunatamente non era così”, ha detto Fletcher. “Quando il gallo è tornato, la pistola è partita. La ragazza è stata colpita mentre stava per salire in macchina”.

La ragazza, gravemente ferita, è stata portata in ospedale, ma a causa delle nuvole basse non è stato possibile chiamare un’eliambulanza. Un’ambulanza l’ha portata all’ospedale, a 12 miglia di distanza. Quando è arrivata lì è stata dichiarata morta.

L’ufficio dello sceriffo della contea di Harrison sta indagando sull’incidente. Non si sa se il padre sarà perseguito. Secondo Fletcher, tutto indica che la sparatoria è stata un tragico incidente. “Ogni volta che un giovane perde la vita, è tragico per tutte le persone coinvolte”, ha detto.

READ  L'uomo si è riunito al figlio rapito dopo 24 anni