QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Vuoi sapere se sei a rischio di diabete di tipo 2?  Questi sono i sintomi e puoi fare questo test

Vuoi sapere se sei a rischio di diabete di tipo 2? Questi sono i sintomi e puoi fare questo test

1 persona su 5 di età compresa tra 40 e 75 anni ha il diabete (non osservato). Questa fase iniziale del diabete di tipo 2 devasta il corpo senza che nessuno se ne accorga. Un totale di 1,4 milioni di olandesi con prediabete sono a rischio di sviluppare il diabete di tipo 2. Rilevandolo in tempo è possibile limitare i danni e prevenire la malattia. Spieghiamo quali sono i sintomi e come puoi scoprire quanto rischio corri con un test del Diabetes Trust.

Cosa significa diabete di tipo 2?

Nel diabete di tipo 2, nel sangue rimane troppo zucchero. Pertanto, la malattia è anche chiamata diabete. Normalmente, l’insulina garantisce che le cellule rimuovano abbastanza zucchero dal sangue, ma nel diabete di tipo 2 questo non funziona correttamente. Se questa situazione continua così a lungo, danneggia tra l'altro gli occhi, il cuore e i reni.

Il diabete di tipo 2 ha diverse cause. Questo di solito accade solo dopo i 40 anni e può verificarsi se si è in sovrappeso. Si manifesta anche in giovane età, soprattutto nelle persone in sovrappeso. Ma anche la genetica e il lignaggio giocano un ruolo. Le persone di origine indostana, surinamese, marocchina o turca sono le più a rischio.

Quali sono i sintomi del diabete di tipo 2?

Non è sempre evidente che lo zucchero nel sangue sia alto. Ecco perché il Diabetes Trust definisce il diabete il “killer silenzioso”. A volte si verificano disturbi quali: minzione frequente, sete, affaticamento, perdita di peso, spesso cistite, prurito alle labbra nelle donne e balanite negli uomini.

Se soffri di livelli elevati di zucchero nel sangue per anni, i tuoi occhi, i reni, i nervi e i vasi sanguigni potrebbero essere danneggiati. Potresti quindi avvertire disturbi come visione doppia, dolore e formicolio alle braccia e alle gambe, diminuzione della sensibilità ai piedi, ferite ai piedi che guariscono male, problemi a camminare e difficoltà ad avere un'erezione negli uomini. Esiste anche un rischio maggiore di infarto, ictus e disturbi psicologici come la depressione.

READ  Morbo di Parkinson: guida di Martin Bloom

Quanto rischio stai correndo? Fai un test sul rischio del diabete

Il Diabetes Trust vuole individuare precocemente le persone a rischio di sviluppare il diabete di tipo 2 e supportarle con consigli personalizzati sullo stile di vita. Hanno sviluppato un test per questo che mostra quanto sia serio il rischio. Sulla base del risultato del test vengono forniti consigli che vanno dai consigli sullo stile di vita alla visita dal medico.

Puoi fare un test sul rischio del diabete qui

Secondo il Diabetes Trust, il fatto che nei Paesi Bassi ci siano 1,4 milioni di persone con prediabete è ancora una stima prudente. Questi dati si basano su uno studio condotto dall’Università di Maastricht, in cui sono state seguite per anni persone di età compresa tra 40 e 75 anni. Pertanto non sono inclusi i gruppi di età più avanzata e più giovane. In realtà, questo include un numero molto maggiore di persone.

Come si può ridurre il rischio di diabete di tipo 2?

Uno stile di vita sano ha un effetto chiaramente benefico sul rischio di sviluppare il diabete di tipo 2. Se hai già il diabete, uno stile di vita sano può ridurre i tuoi disturbi o impedirti di aver bisogno o di aver bisogno di farmaci in seguito. Puoi farlo:

  • Mangiare più sano.
  • Fai molto esercizio fisico e dimagrisci se necessario.
  • Smettere di fumare. (Il fumo aumenta il rischio di diabete di tipo 2 del 40%.)
  • Dormi abbastanza e rilassati adeguatamente.

Leggi anche: Colazione anticipata e cena anticipata: è possibile ridurre il rischio di diabete di tipo 2?

A volte non è possibile controllare la glicemia seguendo solo uno stile di vita sano. In questo caso, a volte sono necessari farmaci per abbassare la glicemia. Potrebbero essere necessarie anche iniezioni di insulina.

READ  I cinque sintomi principali di una variabile omicron

(Fonte: Archivio, ANP, Thuisarts, Diabetes Fonds. Immagine: Shutterstock)