Dopo le recenti presentazioni di nuove promettenti piattaforme per la realtà virtuale ecco che AMD tenta di inserirsi proponendo una nuova tecnologia in grado di migliorare l’esperienza d’uso di questa nuova frontiera del Gaming.

AMD vuole portare l’esperienza di realtà virtuale a un nuovo livello, sia per gli sviluppatori sia per gli utenti. Il primo annuncio di questa nuova campagna è la tecnologia LiquidVR, un insieme di nuove features per l’ottimizzazione della VR su hardware AMD. Il loro obiettivo è quello di migliorare le performance e la compatibilità Plug & Play con i vari prodotti in commercio, in modo da rendere l’esperienza d’uso migliore di prima.

LiquidVR è arrivato tra le nostre mani sotto forma di SDK, che mette a disposizione un gran numero di funzioni che aiuteranno gli sviluppatori a scavalcare molti ostacoli che si possono incontrare sviluppando la VR.

In particolare, uno degli aspetti che viene migliorato sempre di più è la latenza del motion-to-photon, ovvero il tempo tra il movimento della nostra testa e l’effettivo frame corrispondente che arriverà ai nostri occhi. Riducendo questa latenza, potremo avere un senso di realismo ancora maggiore rispetto ad ora, perfezionando i fari difetti che caratterizzano puntualmente le nuove tecnologie.

LiquidVR6_575px

Per ridurre questa latenza è necessario una progettazione di tutte le pipeline di elaborazione, sia a livello della GPU, sia al livello dell’applicazione sia a livello di visore. AMD sta cercando di lavorare su tutti questi aspetti contemporaneamente, e un passo avanti su questo fronte lo possiamo vedere già da oggi, con la presentazione di LiquidVR, che promette un head tracking fluido, liquido appunto.

LiquidVR11_575px

Brendan Iribe, CEO di OculusVR, ha affermato: “Migliorare il realismo in queste tecnologie è da sempre uno degli elementi più importanti per fornire un’esperienza di realtà virtuale sempre migliore”. “Siamo molto contenti di avere AMD dalla nostra parte per quanto riguarda il miglioramento della latenza, introducendo il supporto a tutte queste nuove feature come il “asynchronous timewarp” e il “late latching” che daranno il meglio di sè su hardware AMD.”

È chiaro che AMD stia spingendo sulle partnership strategiche per prendersi la sua parte nel mondo della VR. Siamo sicuri che questa però non sarà l’unica proposta, ci saranno infatti anche Steam e Nvidia dall’altra parte che cercheranno di imporre il loro standard per quanto riguarda la compatibilità con i sistemi di realtà virtuale. Certo, è ancora presto per tirare le conclusioni, ma potete pure stare tranquilli: siamo sicuri infatti che quando i grandi produttori entreranno in mercato con le loro soluzioni finali, i contenuti saranno disponibili per tutte le piattaforme di VR più famose.

Features importanti della versione 1.0 di LiquidVR:

  • Async Shaders per un headtracking fluido, aiutato dal Time Warp eseguito in Accelerazione Hardware, un metodo per aumentare i frame visualizzati interpolando il frame precedente con la posizione attuale del visore, in modo da diminuire la latenza.
  • Affinità tra sistemi Multi-GPU e VR: sarà possibile assegnare infatti una scheda a compiti diversi. Sarà possibile gestire il rendering di un occhio a una sola scheda, lasciando l’altro occhio alla VGA che rimane. In questo modo un sistema Multi-GPU funzionerà meglio in VR rispetto a un crossfire comune. (la controparte di Nvidia si chiama SliVR e non è ancora disponibile)
  • Direct-to-display per migliorare la compatibilità plug&play.

AMD ha rilasciato l’alpha del LiquidVR SDK 1.0 proprio oggi, solo agli sviluppatori registrati. Leggi di piu su LiquidVR qui.

LASCIA UN COMMENTO