QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Al-Mahdi chiede più chiarezza sulle richieste di soggiorno in Belgio con un nuovo regio decreto | l’interno

Il Ministro di Stato per l’Asilo e la Migrazione Sami Mahdi (CD&V) vuole fare più chiarezza e porre fine agli abusi che circondano le domande di residenza nel nostro Paese. Per questo motivo, un nuovo Regio Decreto (RD) fissa ora i costi associati alle domande. Inoltre, il regio decreto corregge un’anomalia del passato che spingeva i cittadini stranieri a rifugiarsi in tribunale perché le tasse di iscrizione non erano state adeguatamente calcolate.

Se uno straniero presenta domanda di soggiorno in Belgio, deve versare un contributo amministrativo che copra le spese di elaborazione della domanda. L’importo dipende dal tipo di applicazione. Nel 2021 sono stati versati 1.3687.000 euro di contributi dagli stranieri che hanno presentato tale domanda.

Ma per diversi anni c’è stata incertezza sugli importi da addebitare. Con due sentenze il Consiglio di Stato ha stabilito che le tasse non erano state calcolate correttamente. Secondo il Consiglio di Stato, non è possibile stabilire che l’importo del canone sia ragionevolmente proporzionale al prezzo di costo dei servizi forniti dal Dipartimento dell’Immigrazione. Il consiglio ha parzialmente annullato lo schema, ma il problema non è mai stato corretto.

Gli importi sono fissati

Negli ultimi anni, alcuni stranieri hanno impugnato davanti ai tribunali le tasse pagate per le domande di permesso di soggiorno e chiesto il rimborso allo Stato. Dal 2015 al 2020 sono stati recuperati almeno 1,7 milioni di euro di contributi versati dagli stranieri che possono provare che l’importo non è stato calcolato correttamente.

Dopo un’analisi dettagliata del costo effettivo di elaborazione delle domande di soggiorno da parte dell’Ufficio Immigrazione, gli importi sono stati contestati. I contributi si basano su uno studio condotto da KPMG, una società di consulenza. “Addebitando importi arbitrari e non dimostrati, finisci con discussioni e appelli senza fine mentre i candidati chiedono indietro i loro soldi”, ha affermato Sami Mahdi. “Non è più così. Non operiamo più sulla base del sentimento viscerale, ma lo facciamo basato sulla verità Come dovrebbe essere”, sembra.

READ  L'aumento del prezzo di Dogecoin dopo l'incidente di Shiba Inu ATH, Elon Musk nega l'affiliazione alla Fondazione Dogecoin » Crypto Insider

Se ti candidi come lavoratore migrante, paghi 126 euro. Questo è quasi tre volte più economico di prima. Lo studio sulla migrazione ammonta a 208 euro, le domande umanitarie presentate all’estero a 201 euro. Il costo degli insediamenti umanitari depositati in Belgio è di 313 euro, mentre il costo della richiesta di ricongiungimento familiare è di 181 euro.

Leggi anche.

Gruen vuole aprire rifugi non ucraini per altri rifugiati

Più di 100 milioni di sfollati nel mondo