QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Coloro che dormono male hanno maggiori probabilità di contrarre il COVID-19

Coloro che dormono male hanno maggiori probabilità di contrarre il COVID-19

È ancora un mistero che alcune persone continuino a soffrire di disturbi per molto tempo dopo l’infezione da Corona, mentre altre continuano senza problemi. Una nuova ricerca suggerisce che una buona notte di sonno prima dell’infezione può avere un ruolo.

Il ricercatore Siwen Wang dell’Università di Harvard afferma che coloro che dormono meglio hanno minori possibilità di contrarre il virus Corona Saintias. “Abbiamo scoperto che le persone che hanno incontrato la maggior parte degli aspetti del sonno sano prima di essere infettate da Corona avevano un rischio inferiore del 30% di contrarre il virus polmonare Covid, rispetto a quelle che dormivano peggio”. Secondo la definizione dei ricercatori, le persone che dormono bene sono quelle che dormono la mattina, che dormono dalle 7 alle 8 ore a notte, che si addormentano facilmente e non si svegliano spesso, che non russano e che non sentirsi assonnato durante il giorno. “Tra questi componenti del sonno, dormire a sufficienza ogni giorno e un sonno di buona qualità sono i più importanti per ridurre il rischio di contrarre il COVID-19”, ha affermato Wang. Altri fattori come malattie croniche come l’asma, disturbi cardiaci o ospedalizzazione a causa di Covid-19 non possono spiegare i risultati.

Un sondaggio ogni due anni
ricercatore Ho guardato con i colleghi ai dati di quasi 2.000 donne che hanno partecipato a uno studio di coorte tra infermiere, che si svolge dal 1989. “Inviamo questionari ai partecipanti ogni due anni per raccogliere informazioni relative alla salute. Durante l’epidemia, abbiamo anche chiesto loro specificamente del loro esperienze con il corona”, afferma Wang. .

Le donne, con un’età media di quasi 65 anni, hanno risposto a domande sulle loro abitudini di sonno e se sono state esposte a COVID-19 tra aprile 2020 e novembre 2021. I modelli di sonno degli infermieri sono stati esaminati prima dell’epidemia di COVID-19 e durante i primi mesi di pandemia. Quasi la metà (44%) ha dichiarato di avere sintomi di corona per almeno quattro settimane.

READ  Registrati al webinar - La sessualità nelle persone con grave disabilità intellettiva Clicca

Dormi molto per un buon sistema immunitario
Ma è chiaro che chi ha dormito bene si è rimesso in piedi più velocemente. Tutte le dimensioni del sonno che abbiamo esaminato possono essere collegate a infiammazioni sistemiche e anomalie immunitarie. Inoltre, la privazione del sonno e l’insonnia contribuiscono allo sviluppo di anticorpi immunitari che abbiamo trovato anche in concentrazioni più elevate nei pazienti affetti da COVID-polmone.

La relazione tra sonno e COVID-19 non è del tutto inaspettata. “La mancanza di sonno è stata collegata all’infiammazione cronica e a un sistema immunitario disregolato in precedenti ricerche, entrambi associati a un aumento del rischio di sviluppare COVID-19”, ha affermato Wang. “Ci sono anche prove che le persone che dormono male a volte sperimentano cambiamenti nei loro microbiomi o soffrono di disturbi della coagulazione del sangue, che sono stati anche collegati a COVID-19”.

La vita sana aiuta
Il ricercatore parla anche di altre ricerche che hanno condotto su uno stile di vita sano e sul rischio di contrarre il COVID-19. In breve, abbiamo scoperto che uno stile di vita sano, compresa una buona alimentazione, protegge dalla malattia da COVID-19. Un peso sano e un buon sonno forniscono i maggiori benefici.

I ricercatori sono rimasti sorpresi dal fatto che l’effetto fosse così forte. “Sorprendentemente, l’associazione tra sonno sano e virus polmonare era molto forte dopo l’adeguamento per una serie di condizioni mediche di base e la gravità dell’infezione da coronavirus”.

Perché il sonno è così importante
L’importanza di una buona notte di sonno è spesso sottovalutata. Non solo protegge dalla malattia COVID-19, ma è anche importante per la salute generale. La mancanza di sonno aumenta il rischio di malattie cardiovascolari, Alzheimer, obesità e diabete, tra gli altri. È anche dannoso per la tua salute mentale. Ad esempio, aumenta il rischio di depressione e problemi di concentrazione, scrive UMC Utrecht. Tuttavia, ci sono molti olandesi che dormono poco. Secondo i dati diffusi dall’Ufficio statistico olandese, una persona su cinque soffre di disturbi del sonno. Anche il dieci per cento ha riferito di avere più o meno problemi di sonno. Le donne dormono male più degli uomini e gli anziani più dei giovani.

READ  Il contagio non guida più: questo è l'approccio del nuovo corona in autunno