QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Due su tre-35enni non possono comprare una casa propria: “ …

Per due persone su tre di età compresa tra i 21 ei 35 anni, avere una casa propria è un sogno lontano. Ciò è evidente da uno studio di Immotheker Finotheker. La società di consulenza avverte che “il mercato immobiliare è chiuso ai giovani”. L’età media alla quale acquistiamo la nostra prima casa è salita a 42 anni.

Nel 2011, uomini e donne di età compresa tra 21 e 35 anni costituivano il 61% dei clienti che hanno chiesto in prestito per acquistare la loro prima casa tramite una Immotheker Finotheker. Dieci anni dopo, quel numero era sceso al 41 per cento. L’età media per acquistare una prima casa è aumentata a 42 anni.

Il regista John Roman dice che è uno sviluppo inquietante a cui assistiamo da tempo. “Dobbiamo essere in grado di fornire una prospettiva ai nostri giovani. Perché se devono ritardare l’acquisto della loro casa tutto il tempo, prima o poi rischiano di arrendersi completamente. Questo può avere un enorme impatto sui tassi di povertà nel nostro Nel frattempo, si scopre molte volte che coloro che hanno più di 65 anni che non hanno una casa propria hanno maggiori probabilità di finire in povertà “.

Non comprare mai una casa

In un’ulteriore ricerca di iVox su 2.000 belgi, il 43% delle persone di età compresa tra 21 e 35 anni ha indicato di possedere attualmente la propria casa. Ancora peggio, il 64% del gruppo non di proprietà ha indicato che l’acquisto della propria casa era impossibile per motivi finanziari. Il 10% di loro ritiene che l’acquisto della propria casa o appartamento non sia possibile nemmeno in futuro.

READ  Il CEO di Tesla Elon Musk e il CEO di Twitter Jack Dorsey discuteranno domani di Bitcoin (BTC) » Crypto Insider

“I bruschi aumenti dei prezzi sono un problema per i giovani acquirenti, ora che anche la Banca nazionale ha imposto un contributo maggiore. Di conseguenza, chi compra e prende in prestito avrà il proprio contributo nel 2020, un terzo in più rispetto all’anno precedente.

Supporto genitoriale

Tra questi giovani, il 24% pensa che l’acquisto di una prima casa sarà molto difficile in futuro e il 51% afferma che è impossibile senza l’aiuto dei genitori o della famiglia. “Tre su dieci affitti, uno su quattro vive ancora in casa e vediamo che i genitori contribuiscono sempre più finanziariamente all’acquisto della loro prima casa”, dice Roman.

Quindi chiede al governo di intervenire. “Prima di tutto, le matricole – che possono investire meno capitali – dovrebbero essere in grado di prendere in prestito più del 90 per cento dell’importo di acquisto più facilmente dalle banche, senza penalizzarle a un tasso di interesse più elevato. Ciò è possibile con una garanzia del governo, o il governo può anche concedere prestiti. Inoltre, i neofiti dovrebbero anche essere in grado di ottenere i prestiti di 30 anni più facilmente “.

Anche l’introduzione di più case per principianti aiuterà. “A tal fine, Immotheker Finotheker sostiene ulteriori riduzioni dei diritti di vendita per le start-up domestiche e maggiori diritti di vendita per coloro che hanno già una casa. Il sogno di una casa a prezzi accessibili sarà messo a repentaglio se non agiamo rapidamente”.