QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

E-commerce in Italia | lampeggiante

Twinkle spinge davvero i confini. Nella sezione Borderless, i redattori fanno luce sulla crescita dell’e-commerce in un paese di cui non si parla spesso, ma che vale sicuramente la pena discutere. Questa volta: Webb Super Rohlik va in Italia.

Il supermercato online ceco Rohlik ha grandi progetti. L’azienda sta crescendo rapidamente e spera di fare ancora meglio espandendosi in più paesi. L’anno scorso l’azienda è stata lanciata in Germania e, oltre al suo paese d’origine, la Repubblica Ceca, è già attiva in Austria e Ungheria. Quest’anno si aggiungono altri tre mercati, ovvero Romania, Spagna e quindi Italia. In questi ultimi tre mercati, Rohlik opererà con il nome di vendita al dettaglio Sezamo.

Che tipo di mercato raggiunge Rohlik in Italia? Secondo la Camera di Commercio, l’Italia è uno dei paesi di e-commerce in più rapida crescita in Europa dopo la Spagna. Naturalmente nei prossimi tre o cinque anni ci saranno molte più opportunità, ad esempio, per gli imprenditori olandesi che vogliono fare un passo online. Si stanno infatti investendo nel commercio online attraverso fondi europei, grazie agli incentivi del governo italiano e al rapido adeguamento della digitalizzazione – come potrebbe essere – dovuto all’epidemia di Corona.

In ascensore

Non è chiaro esattamente quale impatto abbia avuto la crisi della corona sul mercato dell’e-commerce italiano. Tuttavia, è chiaro che il Paese era già in ascesa nell’e-commerce anche prima di allora. Ad esempio, il fatturato online (prodotti e servizi) è passato da 31,7 a 48,5 miliardi di euro tra il 2016 e il 2019 (Statista). L’aumento dei ricavi è dovuto all’aumento del numero di residenti con accesso a Internet. Si stima che entro il 2024 circa 40 milioni di italiani acquisteranno online, una fetta significativa della popolazione. L’Italia conta circa 60 milioni di persone. C’è ancora spazio per miglioramenti, tuttavia, così come la spesa online media per consumatore all’anno. Nel 2020 è di 674 euro. In questo senso, l’Italia è in ritardo rispetto a un paese dell’e-commerce come il Regno Unito; Tra gli inglesi, la spesa media annua supera i 1.000 euro.

READ  Le elezioni presidenziali si terranno in Italia il 24 gennaio e Mario Draghi è il favorito

Giocatori famosi

Chi sono i giocatori online popolari nel paese dell’Europa meridionale? Potrebbe non sorprenderti che Amazon sia la piattaforma più grande in Italia, proprio come in altri paesi europei. eBay, Zalando, Ikea, Apple, Shein e Yoox sono spesso visitati. Spazio anche a siti locali come Esselunga a casa, Subito, Unieuro e Mediaworld. Gli italiani acquistano principalmente elettronica, vestiti, giocattoli e prodotti per la cura della persona online.