QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Errori costosi verso l'uscita: gli 11 più grandi fallimenti del JPL

Errori costosi verso l'uscita: gli 11 più grandi fallimenti del JPL

Con solo un giorno davanti a noi, il Mercato invernale si avvicina rapidamente. Il momento perfetto per le 16 squadre della massima serie per correggere gli errori della scorsa estate. Negli ultimi mesi sono arrivati ​​diversi nuovi arrivati ​​nella Jupiler Pro League. SO: Gli 11 più grandi flop della stagione finora.

DM: Maxence Prevo (Lovin' Ohio)

Come ex nazionale giovanile della Francia, il portiere senza trasferimenti è arrivato al Den Drif con le credenziali necessarie, ma dopo 11 partite sembra che il suo regno sia già giunto al termine. A causa di un infortunio, Prevot è stato costretto a lasciare il suo posto nello staff del Leuven a Toby Leysin, che non sembra avere alcuna intenzione immediata di ripartire a breve.

RA: Noah Fadiga (AA Gent)

Nove presenze da subentrato nella competizione, più appena un centinaio di minuti: forse Fadiga immaginava troppo dai suoi primi sei mesi al Gent. Sul fianco destro, Mathis Samoise vinse facilmente la battaglia. Il cartellino rosso ricevuto contro il Club Brugge rimane il suo unico risultato al momento.

Biografia: Craig Cathcart (KV Kortrijk)

Una storia strana, francamente. Poco prima della scadenza, gli uomini hanno portato Cathcart per rafforzare la difesa. Solo due settimane dopo, il nordirlandese, che un tempo giocava per la squadra di seconda divisione dell'Anversa, annunciò improvvisamente il suo ritiro. Aveva già capito che a Courtrai le cose sarebbero andate terribilmente storte?

Biografia: Fedde LEYSEN (Unione)

Alla fine della scorsa stagione era regolarmente in panchina al PSV Eindhoven, quindi Leyssen è arrivato al Dudenpark con le aspettative necessarie. Grazie alle ottime prestazioni di Koki Machida, il nostro ventenne connazionale gioca raramente come terzino sinistro. Recentemente è stato addirittura escluso dalla selezione.

READ  Proprio come nel 2022, Elise Mertens ha perso la finale di doppio a Wimbledon | Wimbledon 2023

Los Angeles: Owen Fendall (Anversa)

Anche se gareggia regolarmente a Bosuil, Wijndal non riesce a soddisfare pienamente le grandi aspettative. Fino a quando non ha subito un infortunio, la sua forma stava migliorando, ma nonostante le sue ottime prestazioni in Champions League, non fa parte della tipica squadra di Mark van Bommel.

Centrocampista: Sergey Sidorchuk (Westerlo)

Poco prima della chiusura della finestra di trasferimento, Westerlo ha presentato con orgoglio Sidorchuk come il nuovo numero sei. Da allora, il nazionale ucraino da 60 presenze ha giocato con costanza fin dall'inizio, anche se a centrocampo c'erano pochi segnali della stabilità sperata. Non è possibile avviare il motore.

Centrocampista: Justin Lonvik (Anderlecht)

Con ben 12 nuovi arrivi, diversi acquisti dell'Anderlecht erano quasi destinati al fallimento. Sfortunatamente per Jesper Friedberg, Lonvik è uno di questi. Con poco più di mezz'ora di gioco suddivisa in tre presenze da sostituto, il suo protetto non è nemmeno diventato una semplice nota a piè di pagina nella storia del club.

Cam: Alexis Phillips (RSC Anderlecht)

Flips è ancora a Lotto Park e sembra anche che sia sulla buona strada per un'uscita non così gloriosa. A causa del suo compenso di trasferimento, al francese sono state concesse un po' più di opportunità, ma anche con Thorgan Hazard e Francis Amuzu in formazione, Brian Rimmer ora non ha più un posto per sé nella sua squadra della giornata. Quindi ancora e ancora.

Centrocampista: Christopher Bonsu Bah (Genk)

Un giudizio duro su un adolescente pieno di talento, ma da oltre cinque milioni il Genk sperava già in un ritorno di poco più di un gol e un assist. Ancora adesso i suoi due sfortunati cartellini rossi restano particolarmente impressi nella memoria. Sebbene la fede in Bonsu Bah rimanga intatta.

READ  Campionato mondiale di snooker: Anthony McGill sorprende il vincitore del Masters Judd Trump | biliardo

LB: Michel Skouras (Club Brugge)

In Coppa e in Europa fornisce improvvisamente assist, ma nel JPL Ronny Deila usa ancora raramente Skouras. Tra tutti gli acquisti estivi, quello del polacco, per il quale il club ha sborsato anche circa sei milioni, sembra essere in questo momento la delusione più grande. O avrà più possibilità dopo Capodanno?

PS: Mateja Frijan (Westerlo)

Cinque gol in 14 partite: la media di Freejan non sembra male. Tuttavia, Westerlo sperava ovviamente di trascorrere meno tempo in infermeria. L'acquisto record non è riuscito finora, in parte a causa di infortuni, a giustificare l'ingente prezzo di circa cinque milioni.