QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Gli Stati Uniti non sono attualmente alla ricerca di un nuovo accordo commerciale con la Cina | Economia

L’amministrazione Biden non sta attualmente cercando una seconda fase di un accordo commerciale bilaterale con la Cina. Lo ha detto la rappresentante per il commercio degli Stati Uniti Catherine Taye al Senato.

L’ex presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha firmato un accordo commerciale di fase uno con il vicepremier cinese Liu He all’inizio del 2020. Quindi entrambi i paesi hanno concluso una sorta di armistizio che almeno ha impedito nuove o maggiori tasse. La chiave di quell’accordo è stata la promessa della Cina di acquistare altri $ 200 miliardi di merci negli Stati Uniti entro la fine di quest’anno.

Questo primo accordo dovrebbe essere seguito da un secondo accordo, con accordi su questioni più delicate come la protezione della proprietà intellettuale.

Al Senato, Taye ha affermato che l’amministrazione Biden vuole che Pechino onori i suoi impegni di Fase Uno. “Non puntiamo necessariamente a un accordo nella fase successiva”, ha aggiunto.

Entrambi i paesi sono stati coinvolti in una disputa commerciale per più di tre anni, con l’imposizione di tariffe punitive reciproche. In particolare, gli americani accusano la Cina di pratiche commerciali sleali, aiuti governativi non autorizzati, barriere al mercato e furto di proprietà intellettuale.

READ  Presidente cinese a Taiwan: "Unificazione con la madrepatria...