QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

I Paesi Bassi sono il trentunesimo paese a firmare gli accordi Artemis

I Paesi Bassi sono il trentunesimo paese a firmare gli accordi Artemis

Voto dell’utente: 5 / 5

Durante una cerimonia tenutasi mercoledì 1 novembre 2023 presso la residenza dell’ambasciatore olandese a Washington, i Paesi Bassi sono diventati il ​​trentunesimo paese a firmare gli accordi Artemis. L’amministratore della NASA Bill Nelson ha partecipato alla cerimonia della firma a nome dell’agenzia spaziale statunitense, e anche il direttore dell’Ufficio spaziale olandese (NSO) Harm van de Wetering ha firmato a nome dei Paesi Bassi. Firmando questo accordo, i paesi sostengono gli Stati Uniti, tra le altre cose, combattendo i detriti spaziali, fornendo assistenza quando qualcuno è nel bisogno o prevenendo potenziali conflitti.

“La NASA dà il benvenuto all’Olanda come il nuovo e 31esimo membro della famiglia delle corde Artemis”, ha detto Nelson. “La leadership e la cooperazione globale sono necessarie per garantire l’esplorazione pacifica e trasparente dello spazio per la generazione Artemis e oltre. Essendo uno dei più antichi alleati dell’America, la NASA è orgogliosa di espandere la nostra partnership con i Paesi Bassi e costruire un futuro definito da possibilità e scoperte illimitate.” .” Gli accordi Artemis stabiliscono una serie pratica di principi che guidano la cooperazione tra le nazioni nell’esplorazione spaziale, comprese quelle che partecipano al programma Artemis della NASA.

“La NASA e i Paesi Bassi sono stati partner forti nello spazio sin dagli albori dei viaggi spaziali. Ampliare i confini attraverso la tecnologia comporta nuove responsabilità. Firmando gli accordi Artemis, affermiamo i valori che condividiamo nello spazio e riconosciamo che abbiamo un ‘ responsabilità condivisa”, afferma Fan. De Wettering.

La NASA, in collaborazione con il Dipartimento di Stato degli Stati Uniti, ha redatto gli Accordi Artemis nel 2020, insieme ad altri sette firmatari. L’Islanda è diventata il trentesimo paese a firmare gli accordi Artemis in ottobre.

READ  Perfetto per la Plus Collection su PS5

Gli accordi Artemis rafforzano e implementano gli impegni chiave del Trattato sullo spazio extra-atmosferico del 1967. Rafforzano inoltre l’impegno degli Stati Uniti e degli stati firmatari nei confronti del Trattato di registrazione, della Convenzione sul salvataggio e il ritorno e delle migliori pratiche e standard di condotta responsabile stabiliti dalla NASA e dalla NASA. . I suoi partner lo hanno sostenuto, anche rendendo pubblici i dati scientifici. I firmatari discuteranno anche dell’attuazione dei principi di base degli accordi, compreso il modo migliore per prevenire interferenze involontarie sulla superficie lunare.

Nei prossimi mesi e anni, si prevede che altri paesi firmeranno gli accordi Artemis mentre la NASA continua a lavorare con i suoi partner internazionali per raggiungere un futuro sicuro, pacifico e prospero nello spazio. La collaborazione con partner nuovi ed esistenti aggiunge nuova energia e capacità per garantire che il mondo intero tragga vantaggio dal nostro viaggio di esplorazione e scoperta.

fonte: NASA