QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

I prezzi del gas naturale in Europa continuano a salire ea battere nuovamente il record | Notizia

La Russia non fornisce più gas ad alcuni paesi europei, come Paesi Bassi, Finlandia, Bulgaria e Polonia. Altri paesi, tra cui la Germania, il principale consumatore, devono accontentarsi di molto meno gas russo del solito. Sebbene la Russia citi ragioni tecniche, i tedeschi affermano che è un mezzo politico di pressione per indebolire le sanzioni europee sulla guerra in Ucraina.

La crisi energetica è stata resa più difficile dall’abbassamento del livello dell’acqua nel Reno. Quindi le navi interne possono trasportare meno tonnellaggio, mentre sono importanti per il trasporto di carburante dai porti di Anversa o Rotterdam all’entroterra europeo. Il livello dell’acqua del Reno aumenterà leggermente nei giorni successivi a causa della pioggia. Può fornire un po’ di sollievo.

Il 7 marzo, il prezzo del gas alla Borsa di Amsterdam è salito brevemente a un picco storico di 345 euro per kilowattora, ma il prezzo è sceso a 227 euro lo stesso giorno in cui le contrattazioni hanno chiuso.

Gli stati membri dell’Unione Europea mirano a riempire gli impianti di stoccaggio del gas almeno per l’80% prima dell’inizio dell’inverno. Se la Russia continua a limitare o addirittura a ridurre le forniture di gas, i paesi dovranno fare rapidamente affidamento su queste forniture.

Pertanto, il capo dell’Autorità tedesca per la regolamentazione dell’approvvigionamento energetico, Klaus Muller, ha avvertito in un’intervista a T-online che i prezzi del gas sono in costante aumento. Quindi le riserve devono essere nuovamente reintegrate. “È importante che tutti si rendano conto che non è solo un inverno, ma almeno due”, ha detto al sito di notizie. “Il prossimo inverno potrebbe essere più difficile.”

READ  Lavori da casa in Google? Questo è meno profitto