QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

I vaccini di richiamo si sono rivelati utili per le persone con reni trapiantati

Editoriale di fatti medici / Janine Padding 28 ottobre 2022 – 22:52

La risposta immunitaria è ancora attivata dopo diverse iniezioni

Un ampio studio clinico in quattro ospedali universitari ha dimostrato che le vaccinazioni di richiamo contro il virus Corona sono utili per le persone che hanno un nuovo rene. Anche se non hanno sviluppato una risposta immunitaria dopo la prima e la seconda iniezione, il sistema immunitario era ancora attivo al 60% dopo l’iniezione di follow-up. Questi risultati sono stati pubblicati in Lancetta per malattie infettive.

Le persone con malattie renali hanno maggiori possibilità di sviluppare un decorso grave di COVID-19 e di morire più spesso a causa della malattia rispetto alle persone sane. Precedenti studi hanno esaminato se le persone con malattie renali rispondono bene alle vaccinazioni. Ciò ha dimostrato che le persone avevano una risposta immunitaria più bassa dopo un trapianto di rene e solo la metà ha sviluppato anticorpi dopo due vaccinazioni. Una spiegazione è che stanno assumendo farmaci che sopprimono il sistema immunitario per prevenire il rigetto del rene trapiantato.

Un gruppo di ricercatori di Radboudumc, guidato dall’internista e nefrologo Luke Hilbrands, ha studiato se una diversa strategia di vaccinazione potrebbe migliorare la risposta immunitaria in questi pazienti. Lo studio, finanziato da ZonMW e dalla Kidney Foundation, è stato condotto in quattro ospedali universitari olandesi: Radboudumc Nijmegen, Amsterdam UMC, UMC Groningen ed Erasmus MC Rotterdam.

Non ci sono differenze tra i gruppi

Hanno partecipato allo studio più di 300 pazienti trapiantati di rene, che ancora non avevano anticorpi contro il virus Corona dopo due o tre vaccinazioni, sulla base di misurazioni del sangue. Hillbrands, autore dell’articolo curato: ‘Il gruppo di controllo ha ricevuto una singola dose di Moderna. Inoltre, abbiamo esaminato tre alternative. Un gruppo ha ricevuto una dose doppia, quindi Moderna è stato sparato un colpo con entrambe le braccia. Un gruppo ha ricevuto un diverso tipo di vaccino, Janssen. E un gruppo ha ricevuto una dose di Moderna, durante la quale abbiamo sospeso alcuni farmaci che sopprimono il sistema immunitario.

READ  L'epidemiologo Rosendal: "Se continua così, le discoteche dovranno chiudere di nuovo"

Lo studio ha mostrato che circa il sessanta per cento dei partecipanti ha sviluppato una risposta immunitaria dopo queste vaccinazioni di richiamo. Il team di ricerca ha esaminato gli anticorpi e le cellule immunitarie. Non hanno visto differenze nella risposta immunitaria tra i gruppi studiati. Quindi il tipo di vaccino, la dose e l’interruzione del farmaco non hanno fatto differenza.

continua a potenziare

Il messaggio principale dello studio è: continuare a vaccinare. Se non misuriamo la risposta immunitaria nelle persone che hanno un nuovo rene dopo due o tre vaccinazioni, tendono a smettere di vaccinarsi. Ora che il prossimo rinforzo sembra avere effetto, nel nostro studio fino al sessanta percento ha comunque ottenuto una reazione, spiega Hillbrands. Dopo ogni dose di richiamo, otteniamo una risposta immunitaria per più persone. Anche le concentrazioni di anticorpi aumentano drasticamente dopo iniezioni ripetute.

Il valore delle vaccinazioni ripetute è stato dimostrato solo in questo studio per le persone con un nuovo rene. Ma Hillebrands raccomanda anche dosi di richiamo per altri pazienti con reni: “Alcuni pazienti assumono anche farmaci che sopprimono il sistema immunitario, con conseguente riduzione della risposta ai vaccini. Altri pazienti con reni rispondono meglio alle vaccinazioni, ma la frequenza delle vaccinazioni rimane importante anche per loro, perché l’effetto della vaccinazione diminuisce nel tempo.

Sulla pubblicazione in TMalattie infettive delle lancette: Strategie alternative per aumentare l’immunità dai vaccini COVID-19 nei trapiantati di rene che non rispondono a due o tre dosi di vaccino mRNA. Uno studio clinico randomizzato. Marcia ML Ko, Lianne Mischendorp, Sophie Froelke, Celine Imhof, Vera GCH Komen, S Rishwan K Malahi, Brea Fart, Daryl Gers, Rory de Vries, Corinne H. Geurtsvan Kessel, Carla C. Ban, Renate J. Van der Mullen, Dimitri A Diavatopoulos, Ester BM Remmerswaal, Debbie van Baarle, Rob van Binnendijk, Gerco den Hartog, Aiko PJ de Vries, Ron T Gansevoort, Frederike J Bemelman, Marlies E Reinders, Jan-Stephan F Sanders, Luuk B Hilbrands.

Fonte: Radboudumc

Editoriale di fatti medici / Janine Padding

Ci siamo specializzati nelle notizie interattive per gli operatori sanitari, in modo che gli operatori sanitari siano informati ogni giorno delle notizie che potrebbero essere rilevanti per loro. Sia le notizie sullo stato che le notizie per gli operatori sanitari e le prescrizioni. I social media, la salute delle donne, la difesa del paziente, l’empowerment del paziente, la medicina e l’assistenza personalizzate 2.0 e la sfera sociale sono alcune delle cose più importanti a cui dovresti prestare maggiore attenzione.

READ  Groen vuole colmare il divario di protezione tra lavoro permanente e temporaneo - Belgio

Ho studiato terapia fisica e gestione aziendale sanitaria. Inoltre, sono un client supporter indipendente, un broker di sponsorizzazione registrato e non ufficiale. Ho molta esperienza in diverse posizioni in ambito sanitario, sociale, medico e farmaceutico sia a livello nazionale che internazionale. Hanno una vasta conoscenza medica della maggior parte delle specialità sanitarie. Le leggi sanitarie in base alle quali l’assistenza sanitaria è organizzata e finanziata. Ogni anno partecipo alla maggior parte delle principali conferenze mediche in Europa e in America per mantenere le mie conoscenze aggiornate e tenermi al passo con gli ultimi sviluppi e innovazioni. Attualmente sto facendo il mio master in psicologia applicata.

I miei messaggi in questo blog non riflettono la strategia, la politica o la direzione del mio datore di lavoro, né sono per affari o per un cliente o imprenditore.