QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Il serial killer (52) strangola il suo compagno di cella (53), condannato per pedofilia perché “puzza” |  al di fuori

Il serial killer (52) strangola il suo compagno di cella (53), condannato per pedofilia perché “puzza” | al di fuori

Il serial killer Ramon Escobar, 52 anni, ha ammesso di aver strangolato il suo compagno di cella Juan Villanueva, 53 anni, perché ha detto che “puzzava”. Escobar, condannato all’ergastolo più 124 anni di carcere per almeno sette omicidi lo scorso maggio, deve ora essere condannato per l’omicidio del suo compagno di cella, lui stesso riconosciuto colpevole di stupro su minore. I fatti hanno avuto luogo in una prigione della California.

Ramon Escobar ha ucciso i suoi zii in Texas nel 2018 e poi è fuggito in California, dove ha derubato e ucciso altri cinque uomini a caso in due settimane. I resti dei suoi parenti Dina e Rogelio Escobar non sono stati ritrovati. Escobar è sfuggito alla pena di morte in Texas dopo un accordo con la corte, ma è stato condannato all’ergastolo in California. A settembre, Escobar è stato accusato dell’omicidio di Jean Villanueva, diversi mesi dopo che era stato trovato morto nella sua cella il 24 febbraio.

Secondo la dichiarazione giurata, Escobar disse all’ufficiale che poi entrò nella sua cella per vedere cosa stava succedendo a Villanueva: “Ehi, mi dispiace Jenkins, l’ho ucciso”. Ora si sa anche che Escobar ha dato il movente per uccidere il suo compagno di cella. Secondo Escobar, Villanueva mostrava una mancanza di igiene e quindi aveva un cattivo odore.

Villanueva è stata condannata all’ergastolo lo scorso ottobre per aver violentato una bambina di età inferiore ai 14 anni. Il 2 febbraio, Villanueva entrò in prigione a Kern, in California, poche settimane prima che Escobar lo strangolava nella loro cella condivisa. Entrambi sono rimasti lì per il momento in attesa di una cella di prigione permanente.

READ  Il governo è in procinto di distruggere sei milioni di vaccini scaduti contro Corona: “Non siamo più in grado di usarli” | interno

La stessa prigione di Kern ospitava anche Tory Lanez, il rapper che sparò a Megan Thee Stallion al piede durante una festa in piscina, e Phil Spector, il produttore musicale che sparò in faccia all’attrice Lana Clarkson nella sua villa.

Leggi anche.

Tory Lanez condannata a 10 anni di carcere per aver sparato a Megan Thee Stallion