QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

interazioni. Hans Vanaken non può spiegare la pesante sconfitta, …

© BELGA

Anche Hans Vanaken non poteva far funzionare la macchina di Bruges e dovette subire l’umiliazione con essa. “È difficile da spiegare”, ha detto il capitano. “Dobbiamo accettarlo”, ha aggiunto il portiere Simon Mignolet.

Hans Vanaken non era sicuro di cosa dire dopo la pesante sconfitta e si chiese: “Come è successo?” Questo è difficile da spiegare. Siamo molto delusi da noi stessi. Siamo stati battuti dal primo minuto, non siamo andati in partita”.

Tutti sanno cos’era. Vanaken: “Sapevamo che era molto importante, ma non abbiamo giocato così. Siamo in un periodo in cui le cose stanno andando peggio, anche in gara. La soluzione? Dobbiamo solo avere molto coraggio sulla palla ma non abbiamo fiducia. Non è necessario perché abbiamo qualità, l’abbiamo dimostrato nelle partite passate. Sapevamo cosa fare ma non ci avrebbero fatto giocare a calcio. Non ne siamo usciti, è il loro qualità.”

Tuttavia, il letargo europeo è ancora possibile. Vanaken: “Dobbiamo andare a Parigi per cogliere l’ultima possibilità. Come? Alimentando fiducia e fiducia in campionato e coppa. E poi speriamo di poter giocare”.

Simone Mignolet: “La palla di neve si allarga”

Anche il portiere Simon Mignolet ha avuto difficoltà a spiegare la sconfitta, nonostante un tentativo. “Abbiamo iniziato male la partita con quel gol in apertura e il calcio di rigore. Su 0-4 del primo tempo non hai più possibilità di ricorso. Tutti aspettavano con ansia che questa partita si sentisse al meglio. Poi ovviamente speri di finire in uno scenario buono, ma ora dovrai fare di nuovo un’analisi completa, l’unica cosa che può aiutare è ottenere risultati nelle prossime settimane. ”

La squadra ha mostrato un po’ di coraggio. Come è successo? L’esperto portiere ha analizzato “Questo è il caso per la nostra posizione, la palla di neve si sta solo ingrandendo”. “L’unica cosa che può aiutare è ottenere risultati e poi passare alla prossima gara sentendosi meglio. Più a lungo va, più diventa difficile. Ovviamente abbiamo anche molti giovani che potrebbero aver a che fare con questo per la prima volta in carriera. Ha senso parlarne molto, dobbiamo cambiare la situazione in campo”.

© Isosport

READ  Sono scelte urgenti per Van Aert e Van der Poel? “Il ciclismo è sicuramente ancora possibile, ma il tono potrebbe essere diverso” | Ciclismo