QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Kompany mette una cortina di fumo sul futuro: ‘Il club ha l’ultima parola’ | Jupiler Pro League

AnderlechtNon c’erano risposte chiare. La cortina fumogena che circondava il futuro di Vincent Kompany è rimasta al suo posto anche dopo il pareggio contro il Club Brugge. “Saremo insieme nei prossimi giorni e troveremo le risposte giuste a tutte le domande”.

Nelle catacombe Lian Bridle, mentre a dieci metri di distanza sono impazzite più di 20mila persone di Bruges. Vincent Kompany ha avuto la sua ultima intervista lì come allenatore dell’RSC Anderlecht? “Il tempo lo dirà.” Il Club Brugge aveva già cancellato la conferenza stampa post-partita con entrambi gli allenatori prima del calcio d’inizio con la consegna della Coppa dei Campioni. Diciamo solo che non è andata male per Anderlecht e Kompany.

Tuttavia, ha ottenuto il numero obbligatorio per le telecamere di Eleven. Ha elogiato il suo gruppo, ma è rimasto in silenzio sul suo futuro. “Ho ancora due stagioni di contratto”, ha detto. “Nei prossimi giorni incontreremo la dirigenza del club per valutare la stagione e fissare obiettivi per la prossima stagione. Insieme vedremo cosa è meglio per il club. Qualche mese fa mi hai chiesto se il club voleva continuare con me. e ora mi chiedi se voglio ancora continuare all’Anderlecht. Adesso sediamoci in silenzio e troveremo le risposte giuste. Per quanto mi riguarda, il datore di lavoro ha sempre l’ultima parola”. Che abilmente ha messo la palla nel campo di Vandenhaute e Verbeke.

© Foto Notizie

parola d’addio?

Kompany ha detto molto senza dire nulla, almeno al mondo esterno. Poiché un grande esodo sarebbe seguito al giorno dal Neerpede e tutti sarebbero andati in vacanza, il Kompany si è rivolto di nuovo a tutto il suo gruppo sabato al Neerpede. Per alcuni giocatori questo è stato un discorso d’addio, ma al momento sono altrettanto ignoranti sul futuro del proprio allenatore.

Kompany dice giustamente che il suo gruppo ha fatto progressi negli ultimi due anni, ma quanta estensione è rimasta? “La verità oggi è che il costo di un giocatore del club è lo stesso del costo dell’intera squadra, ma c’è molto lavoro duro in campo e nell’ombra”, ha detto. “Il divario è grande in questo momento, ma possiamo ancora essere competitivi ogni volta. Questo è anche un bene per i nostri fan, anche se ovviamente so che vogliono dei trofei. Ma dire è una cosa e fare è un’altra. In questa realtà sono orgoglioso allenatore. I ragazzini ci tireranno fuori da una situazione Stagnazione finanziaria. Prezzi? In Belgio il Bruges ha trofei, in Germania il Bayern, in Austria Salisburgo. Cosa hanno in comune? Soldi giusti”.

Notizie fotografiche

© Foto Notizie

Burnley retrocesse

soldi soldi soldi† Presto Peter Verbeke dovrà tenere il dito sul polso del mercato, buona occasione† Con questo in mente, non ha senso che la Società valuti attentamente tutte le sue opzioni nei giorni a venire. Ad esempio, correva a Wolfsburg per succedere all’espulso Florian Kohfeldt, ma i tedeschi puntano a Niko Kovac. Era uno dei favoriti al Burnley, se “The Clarets” fosse riuscito a assicurarsi la Premier League nell’ultimo giorno di gioco. Questo non è successo. Il Leeds ha vinto, Burnley ha perso e ha firmato la sua condanna a morte. Kompany non è timido per la sfida, ma il campionato? no. Ha un altro ferro nel fuoco? come detto, il tempo lo dirà

Leggi anche:

La cerimonia del titolo blunero di Jan Breedel, ma non c’è stata vittoria dopo il gol nel finale dell’Anderlecht

Analitica. Perché non sarebbe pazzesco se le strade di Anderlecht e Vincent Kompany facessero parte quest’estate

READ  'Bastardi grassi' e 'schiaffo in bocca': Head Deinze deve tossire bene | 1B Pro League