QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

La Germania vuole abolire il suo veto nella politica estera europea | all’estero

Il ministro degli Esteri tedesco Heiko Maas ha invitato gli altri Stati membri dell’Unione europea a rinunciare al loro potere di veto sulla politica estera comune.




“Non dobbiamo lasciarci prendere in ostaggio da chi paralizza la politica estera europea con un veto – ha detto Maas in una conferenza stampa a Berlino -. Chi, prima o poi, rischia la coesione dell’Europa”. “Quindi dico francamente: il veto deve sparire, anche se significa che possiamo essere in inferiorità numerica”.

Lo scorso fine settimana, il ministro degli Esteri tedesco Miguel Berger aveva già pubblicamente denunciato la posizione dell’Ungheria. Il governo nazionalista del primo ministro Viktor Orban ha ripetutamente usato il suo veto negli ultimi mesi per bloccare le dichiarazioni europee critiche sulla Cina. Budapest ha anche recentemente rifiutato di sostenere una dichiarazione che chiede un cessate il fuoco tra Israele ei palestinesi.

I trattati europei prevedono che per determinate decisioni sia necessario il consenso tra gli Stati membri, soprattutto in materia di politica estera, ma anche, ad esempio, in materia fiscale. Pertanto, questo fornisce a ciascuno Stato membro la possibilità di bloccare le decisioni.

READ  CDU Laschet ha scelto per la posizione di advisor