QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

La pandemia di influenza si sta stabilizzando di nuovo, secondo i dati del GP

Foto: CC0 da Pixabay

Il numero di casi di influenza registrati dai medici è sospeso. I numeri monitorati dall’istituto di ricerca Nivel sono ora più o meno allo stesso livello da tre settimane.

Nel 62% dei campioni prelevati dai medici la scorsa settimana, il virus dell’influenza è stato trovato nel laboratorio del Royal Institute of Public Health. Questa percentuale è “tipica delle epidemie di influenza nei Paesi Bassi”, secondo Neville.

Il campione settimanale dei medici di base è composto da decine di campioni. Inoltre, ci sono circa 45 pratiche nel paese che registrano il numero di persone che denunciano denunce “simil-influenzali”. Questi dati vengono poi tradotti in un gruppo più ampio. Secondo un rapporto di Neville emerso mercoledì, 42 persone su 100.000 residenti sono andate dal medico la scorsa settimana con disturbi simil-influenzali. Questo numero è dello stesso ordine di grandezza delle due settimane precedenti.

Insieme a Erasmus MC, RIVM e Nivel, hanno annunciato ufficialmente il 16 marzo che c’è una pandemia di influenza. Normalmente, un’ondata influenzale meriterebbe quel nome solo se 58 persone su 100.000 visitassero il proprio medico con sintomi simil-influenzali per due settimane di seguito e almeno il 10% di questi avesse il virus dell’influenza.

Pertanto, le cifre attuali sono nettamente al di sotto del consueto “limite epidemiologico”. Tuttavia, gli istituti la considerano una pandemia, perché stimano che ora meno persone vanno dal medico con sintomi influenzali rispetto alle precedenti ondate di influenza. Questo è legato alla pandemia di corona.

“I sintomi dell’influenza sono molto simili a quelli del coronavirus e molte persone con sintomi simil-influenzali andranno in strada per un test GGD o faranno un autotest”, spiega Neville.

READ  "Il rischio di malattie cardiovascolari si legge attraverso le urine"

Il numero di casi di influenza ha iniziato ad aumentare dopo che tutte le misure di Corona sono state annunciate. Da allora, le persone sono entrate in contatto sempre maggiore tra loro, il che offre anche maggiori opportunità di diffusione ad altri virus respiratori.