QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

L’amore di Hanne Desmet è uno di questi: chi sono i concorrenti più pericolosi di Bart Swings? † Giochi invernali

Bart Swings si distinguerà presto al ritmo frenetico del blocco a cominciare dalla sua divisa gialla. Ma chi altro dovresti guardare? Bert Sterckx, il nostro commentatore di pattinaggio di velocità di Pechino, ti guida attraverso l’intensa partenza di massa. Cerca i più grandi contendenti alla medaglia per il nostro connazionale.

– Joey Mantia (Stati Uniti)

“Piace Bart sta oscillando “Joey Mantia è il campione del mondo di pattinaggio artistico”, afferma il commentatore di Pechino Bert Stirks. Mantilla è sempre presente nelle grandi leghe. È diventato tre volte il campione del mondo di mass start. L’americano è forse l’avversario più pericoloso degli Swings”.

“Mantia sa anche meglio di chiunque altro come finire una gara a sangue freddo.” Bart Swings è già stato avvertito dell’ultimo colpo americano. “Con il Mantia, devi sempre prestare attenzione quando si trasforma in uno sprint”, dice Swings.

Con Mantia, devi sempre stare attento a quando si trasforma in uno sprint

Bart sta oscillando

Il nostro connazionale dovrebbe anche sperare che l’amore non dia le ali di mantia sul ghiaccio. La nostra medaglia belga Hanne Desmet ha annunciato all’inizio di questa settimana di avere una relazione con lo specialista americano di start-up di massa.

Andrea Giovannini (ETA)

“Andrea Giovannini c’è sempre, ma raramente sale sul podio. L’italiano è stato brevettato quarto e quinto in questa stagione. Questo è stato il suo posto sia ai Mondiali che agli Europei. Non lo metterei con i migliori candidati in assoluto, ma è un cliente serio e non lo è ancora. La moneta potrebbe cadere dalla parte giusta per lui”.

READ  Anderlecht Online - Ufficiale: Dewaele via Ostenda a Nancy (31 agosto 21)

– Jaewon Chung e Seung-Hoon Lee (ZKo)

“Jaewon Chung e Seung-Hoon Lee formano una coppia molto pericolosa dalla Corea del Sud. Chung era già a Pyeongchang quando aveva 16 anni ed è diventato l’uomo di bronzo all’inizio del collegio durante la Coppa del Mondo a Inzell un anno dopo”.

“Lee è una grande esperienza. Il campione in carica non è sempre stato eccezionale negli ultimi due anni, ma a Pechino ha mostrato com’era il suo sangue in passato. I sudcoreani sono anche tradizionalmente forti quando si tratta di sprint .

Lo stesso Bart Swings conta anche su Lee come uno dei ragazzi da battere nel gruppo. “Lee sarà ancora una volta molto forte in gara. Inoltre è molto veloce negli ultimi metri”.

Seung-Hoon Lee ha portato il trio sudcoreano al sesto posto nell’inseguimento a squadre.

– Jorit Bergsma e Sven Kramer (Ned)

“Il duo olandese Jorit Bergsma e Sven Kramer è un grande punto interrogativo nella competizione. I Paesi Bassi stanno mandando sul ghiaccio una coppia inedita. Alcuni osservatori temono addirittura che i due non arriveranno in finale”.

“Kramer ha poca o nessuna esperienza nell’inizio della squadra. Bergsma invece sì, ma non è stato in grado di raggiungere vette alte a Pechino. Bergsma ha formato un grande duo con Stroetinga fino all’anno scorso, ma non era qui a Pechino”.

Gli olandesi sono il punto interrogativo in questa competizione di massa

Burt Strix

– Ruslan Zakharov (russo)
“Ruslan Zakharov può far risplendere la sua esperienza anche in pista a Pechino. Il russo ha già decorato la sua stagione con alcuni podi: argento a Tommaso-Masovitsky, bronzo a Salt Lake City e agli Europei di Heerenveen”.

READ  Ascolta De Tribune in primavera: "Voglio ancora vedere Jumbo-Visma cancellarlo tutto" | Ciclismo

“Nei Mondiali e ai Giochi non è ancora riuscito a ottenere un risultato apprezzabile. Conto Zakharov nel gruppo d’élite della tuta, ma non ha un favorito come Mantia, ad esempio. Il russo sembra mancare di un po’ di istinto omicida per questo al giorno d’oggi, ma non sottovalutarlo”.

Cosa può fare il fenomeno dello snowboard Sven Kramer in una partenza di massa?

Alcuni sconosciuti da tenere d’occhio:

  • Liviu Wegener (Svizzera)
  • Jordan Belchus (Cannes)
  • Harald Silovs (lat)
  • Victor Hald Thorpe (tana)
  • Felix Regnen (Germania)
Programma di altalene di Bart
domenica 6 febbraio 5000 metri Sette in 6’16″90 Trasferimento
Martedì 8 febbraio 1500 metri 13° a 1’45” 82 Trasferimento
Venerdì 11 febbraio 10000 metri 10° a 13’02” 43 Trasferimento
Sabato 19 febbraio Inizia la semifinale di blocco secondo (fino alla finale) Trasferimento
Sabato 19 febbraio L’inizio di massa finale 9:30