QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Le tariffe per l’acqua potabile diventano un po’ più costose: un aumento di 17 euro anno su anno | Notizie VTM di Instagram

Nel 2023, la famiglia media con un consumo medio annuo pagherà circa 17 euro in più per la componente dell’acqua potabile della bolletta dell’acqua rispetto al 2022, calcola l’Agenzia fiamminga per l’ambiente (VMM). Il leggero aumento è il risultato delle nuove tariffe per l’acqua potabile approvate dal regolatore idrico, parte del VMM, a fine dicembre.

Ogni sei anni, diverse società idriche devono presentare un piano tariffario all’autorità di regolamentazione dell’acqua. È stato così la scorsa estate per Aquaduin, AGSO Knokke-Heist, De Watergroep e Farys per il periodo 2023-2028. Le società di acqua potabile di Anversa Pidpa e Water-link sono state sospese per un anno a causa della loro fusione. Ad eccezione di Aquaduin, che opera a Westhoek, tutte le società idriche hanno successivamente richiesto un aumento della tariffa dell’acqua potabile. Dovevano giustificare la loro variazione di prezzo con piani di investimento, previsioni economiche o aspettative riguardanti i modelli di consumo.

Il WaterRegulator ha annunciato la sua decisione alla fine di dicembre. Ciò indica che la tariffa dell’acqua potabile è la più bassa nell’AGSO Knokke-Heist. I consumatori pagheranno un massimo di 2,1 euro per 1.000 litri di acqua dal 1° gennaio. Farys, che opera principalmente nelle Fiandre orientali, può addebitare un massimo di 2,53 euro per 1.000 litri. La società di acqua potabile Aquaduin ha annunciato che, come previsto, non prevede ulteriori aumenti di prezzo nel 2023 oltre all’indicizzazione e gli utenti pagano 2,13 euro per 1000 litri. Infine, De Watergroep, che opera in tutte le contee al di fuori di Anversa, può addebitare un massimo di 2,26 euro al metro cubo.

READ  La Svizzera gestisce una "batteria idro" con una capacità di 20 gigawattora - IT Pro - News

Aumento relativamente limitato

L’Agenzia fiamminga per l’ambiente ha calcolato che la componente acqua potabile della bolletta dell’acqua sarà di circa 17 euro in più su base annua per una famiglia media di 2 o 3 persone, contatori inclusi, a causa delle nuove tariffe. Ciò equivale a un aumento mensile di 50 centesimi a persona rispetto al 2022. “Quindi questo costo aggiuntivo è relativamente limitato se lo si confronta, ad esempio, con l’aumento di altri costi come la bolletta energetica”, spiega la portavoce dell’azienda Kathryn Smit.

La variazione del prezzo dell’acqua potabile è solo una componente della bolletta dell’acqua. Oltre ai costi di produzione e fornitura di acqua potabile, ci sono anche i costi per la depurazione e lo smaltimento dell’acqua. Attraverso la regolazione tariffaria, l’autorità di regolamentazione dell’acqua disciplina solo i prezzi variabili che le società idriche possono addebitare per il consumo per 1.000 litri nei prossimi sei anni. Questi tassi massimi sono indicizzati ogni anno.

Nel 2022, la bolletta dell’acqua della famiglia media sarà di 400 euro. Non è ancora chiaro quanto sarà quella media nel 2023, perché VMM avrà solo a febbraio informazioni sulle tariffe comunali di bonifica (costi di smaltimento, ndr). Il WaterRegulator sta ora indagando sulla “ragionevolezza” delle tariffe che le società idriche addebitano ai comuni. Per Vares, che opera principalmente nelle Fiandre Orientali, il regolatore idrico ha concordato una tariffa “condizionata”.

Guarda. Questi suggerimenti ti aiuteranno a risparmiare più energia

READ  Servizio di mediatore rigoroso in materia di riservatezza dei messaggi di testo von der Leyen e CEO di Pfizer