QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

L’EMA propone una nuova tecnica per la somministrazione del vaccino contro il vaiolo delle scimmie: solo un quinto della dose necessaria

© AP

L’Agenzia europea per i medicinali (EMA) venerdì ha raccomandato una nuova tecnologia per la somministrazione del vaccino contro il vaiolo delle scimmie. Questa tecnica richiede solo un quinto della dose, il che significa che più persone possono ricevere un vaccino e si possono evitare potenziali carenze. Lo ha scritto l’EMA in un comunicato stampa.

gjsfonte: BELGA

I paesi europei ora possono somministrare il vaccino Imvanex appena sotto lo strato superiore della pelle (intradermico), quindi è necessario solo un quinto del vaccino. Ora l’intera dose viene somministrata in profondità nella pelle (per via sottocutanea). La nuova tecnologia fornisce la stessa immunità e lo stesso numero di anticorpi, ma c’è un rischio maggiore di irritazione della pelle come arrossamento, avverte l’agenzia farmaceutica.

“Le autorità nazionali possono scegliere, come misura temporanea mentre le forniture di vaccini rimangono limitate, di somministrare una dose inferiore di iniezione intradermica di Emanex per proteggere le persone a rischio durante l’attuale epidemia di vaiolo delle scimmie”, ha affermato l’Agenzia europea per l’alimentazione.

Cinque volte le persone

Il commissario europeo per la Salute, Stella Kyriakides, ha sottolineato che la decisione è “estremamente importante”, che “consente di vaccinare cinque volte il numero di persone con lo stock esistente”. Ad esempio, gli operatori sanitari e le persone ad alto rischio di infezione hanno “maggiori possibilità di vaccinarsi”, ha affermato.

Il vaccino Imvanex, noto negli Stati Uniti come Jynneos, è l’unico vaccino approvato dalla Commissione Europea per ridurre la diffusione del vaiolo delle scimmie. Il vaccino è stato precedentemente utilizzato contro il vaiolo classico ed è prodotto dalla società di biotecnologia danese della Baviera settentrionale.

READ  Professore su una pillola contro il Corona: non c'è alternativa alla vaccinazione