QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

L’India parla con Intel, Tower e IBM di chip e intelligenza artificiale

L’India parla con Intel, Tower e IBM di chip e intelligenza artificiale

L’India vuole avere una presenza più forte nei mercati globali dei chip e dell’intelligenza artificiale e sta dialogando con IBM, Intel e Tower per raggiungere questo obiettivo.

Nel 2023, i chip saranno uno dei beni più importanti che un Paese potrà produrre. Una ragione sufficiente perché America, Paesi Bassi e Giappone raggiungano un accordo in cui cercano di ridurre la loro dipendenza dai chip cinesi. Ora sembra che anche l’India voglia puntare maggiormente sui semiconduttori. In un giorno il governo avrebbe avuto colloqui con Intel, Tower Semiconductors e IBM.

Rajeev Chandrasekhar, Ministro indiano della Tecnologia e dello Sviluppo, Lui dice La conversazione con il COO di Intel Keyvan Esfarjani riguardava principalmente la cooperazione tra lo Stato e l’azienda. Si sarebbe trattato di come esplorare “le possibilità attuali nei semiconduttori, nell’elettronica, nell’intelligenza artificiale, nella ricerca e nelle infrastrutture”. In altre parole: le conversazioni erano più di tipo esplorativo. Lo stesso vale per le conversazioni con il Toro: una conversazione esplorativa che non porta subito a nulla.

IBM

IBM conosceva la volontà Risultati tangibili Per prenotare: la società collaborerà con India Semiconductor Mission, un piano da 10 miliardi di dollari per attirare i produttori di chip nelle arti indiane. L’obiettivo è che IBM utilizzi la propria esperienza per guidare lo sviluppo della tecnologia dei semiconduttori, come il packaging avanzato e nuove tecniche di progettazione.

Ma non è tutto: secondo il ministro Chandrasekhar si discuterà anche delle tecnologie IBM DIR-V e RISC-V. L’India, come altri paesi, vuole produrre patatine. Quindi IBM dovrebbe contribuire a garantire che i chip DIR-V e RISC-V escano presto dalla linea di produzione. Tuttavia, non è chiaro quanto velocemente ciò avverrà. L’India punta a chip competitivi entro dicembre 2023, anche se è improbabile che riesca a rispettare tale scadenza.

READ  Il tuo telefono riceve un aggiornamento Android? Dai un'occhiata nella nostra panoramica - #33

Tecnologie quantistiche e intelligenza artificiale

IBM potrebbe anche stabilire una presenza in India attraverso le sue tecnologie quantistiche e l’intelligenza artificiale. L’azienda esaminerà come adottare il calcolo quantistico in India e garantirà che ci siano abbastanza dipendenti per lavorare su tali computer. Tuttavia, il modo in cui lo farà il gigante della tecnologia sembra incerto.

C’è maggiore certezza sui piani Ibm e India sull’intelligenza artificiale. Il Paese e l’azienda istituiranno congiuntamente una “piattaforma nazionale di innovazione dell’intelligenza artificiale”, chiamata AIIP. Questo esaminerà principalmente come vengono creati gli ecosistemi e come vengono utilizzati i modelli linguistici avanzati. L’organizzazione avrà inoltre accesso alla piattaforma Watsonx di IBM, che può essere utilizzata per addestrare modelli per più scenari.