QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Lo streaming illegale in Italia può costare caro

Lo streaming illegale in Italia può costare caro

Se vai in vacanza in Italia, faresti meglio a stare attento con lo streaming. Ad esempio, se guardi una partita di calcio o una gara di F1 in un paese di partenza illegale, ciò potrebbe costarti caro in breve tempo. È il primo paese dell’UE a iniziare presto a imporre sanzioni. Senza dubbio altri paesi seguiranno l’esempio.

L'AGCOM, l'autorità italiana di regolamentazione delle telecomunicazioni, imporrà sanzioni fino a 5.000 euro. Una cifra cospicua che è già possibile acquistare più biglietti. Mentre la maggior parte dei paesi si concentra sui distributori, anche l’Italia ora punta sui consumatori. Hanno il diritto di ricevere dati personali per la raccolta dei dati. Quindi decine di migliaia di streamer illegali in Italia sono a rischio esposizione.

Le sanzioni non sono facili

Le sanzioni vanno da 150 a 5.000 euro. Secondo l'AGCOM la sanzione è finalizzata alla “lotta alla pirateria”. Notano inoltre che ritengono che le grandi aziende tecnologiche stiano facendo troppo poco per combattere la pirateria online. Non devono ancora collaborare.

Come turista, la possibilità che tu venga multato è piccola ma non può essere esclusa. Non c’è comunicazione su come l’autorità di regolamentazione deciderà chi verrà multato e chi no. Che dire, ad esempio, dello streaming illegale in un hotel o su Airbnb. Quindi è meglio stare attenti.

READ  Il Ministro Hoekstra ha incontrato a Roma i suoi omologhi italiani Di Maio e Amendola notizia