QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Recensione della GPU Intel Arc A380 – Conclusione

I tentativi di Intel di commercializzare schede grafiche standalone stanno andando in crash su tutti i lati. Tutti i ritardi che hanno portato al lancio dell’A380 e la mancanza di modelli più potenti segnano ancora il muro. Anche l’apparente riluttanza di terzi a emettere carte con il proprio marchio è un brutto segno.

D’altra parte, è lodevole che Intel non impazzisca con le sue schede video. Dopotutto, hai solo una possibilità per fare una prima impressione. Anche l’apprendimento dei problemi con le schede Arc, in particolare i problemi dei driver di cui il CEO di Intel Pat Gelsinger ha discusso durante una chiamata con gli investitori, e il lavoro sulle soluzioni a tali problemi, discute con Intel.

Tuttavia, l’azienda ha ora rilasciato la sua prima versione migliorata dei driver e i risultati, insieme alla scheda Arc A380, possono essere visti in questa recensione. E non è del tutto incoraggiante. Naturalmente, i driver possono ancora essere manomessi, ma una GPU, che dovrebbe essere molto più veloce dei suoi concorrenti sulla carta e tuttavia offre prestazioni molto peggiori nella pratica, non è davvero pronta per questo. Ora di punta.

È un peccato, perché mentre i produttori di GPU stanno spingendo i prezzi alle stelle, un terzo giocatore sarebbe il benvenuto. Dovrebbe quindi costituire una ragionevole alternativa al sistema esistente, e purtroppo al momento non è così. Non stiamo parlando nemmeno del segmento medio per non parlare di quello superiore, ma anche nel segmento entry-level, Intel è attualmente ancora piuttosto compatta. Quindi l’importo da 150 a 200 euro per una carta è ancora troppo. Ma, come disse una volta un grande leader, “Guarderemo la tua carriera con grande interesse”.

READ  CEO di Bitcoin Exchange, Coinbase, apre la strada al fallimento » Crypto Insider