QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Remco Evenepoel punta sulla Vuelta ed è attrezzato: “Non ho più fretta” | Ciclismo

Remco Evenepoel ha annunciato il suo programma per la prossima stagione su strada durante un periodo di allenamento con la sua squadra a Calpe. Il Tour di Valencia inizia a febbraio. L’obiettivo principale è la Vuelta a España. Alla fine di agosto, la Vuelta sarà l’unico grand tour che Evenepoel guiderà in questa stagione.

Remko Evenpoel con Robin van Gucht a Calpe:

La Vuelta è il grande secondo round di Evenepoel

Evenepoel ha guidato il suo primo grande Tour l’anno scorso, ma dopo una lunga riabilitazione, il Giro non è stato un successo indiviso per il leader di Quick Step-Alpha Vinyl.

Quest’anno si recherà in Spagna per il suo secondo grande tour. Partecipa alla Vuelta. Si comincia il 19 agosto.

Evenepoel inizia la sua stagione nel Valencia Tour. Normalmente avrebbe iniziato a San Juan, ma quella gara è stata annullata a causa del caso Corona in Argentina.

Dopo Valencia, vai al tour dell’Algarve. La sua prima gara WorldTour sarà la Tirreno-Adriatico.

Chiunque voglia vedere Evenepoel in azione nel proprio paese dovrebbe inserire i Wallon Classics nella propria agenda. Cavalca Brabantse Pijl, Walloon Pijl e Liegi-Bastogne-Liegi.

In programma anche il campionato belga e, attraverso la Clasica San Sebastian e la Burgos Tower, raggiungerà l’obiettivo principale di quest’anno, la Vuelta aray.

“Rilassati e in salute migliore”

Il nostro ragazzo in Spagna ha chiesto se avesse fisicamente un altro Remco Evenepoel davanti alla telecamera rispetto al 2021 o al 2020?

“Sono riposato, in salute migliore, e penso che il mio corpo abbia fatto progressi quest’inverno”, ha detto Evenpoel, rilassato.

“Penso di essere stato finalmente in grado di sfruttare la mia lunga pausa e di averne davvero beneficiato. Tutto è andato bene”.

Evenepoel sta lavorando a una prima importante con Tirreno, Paesi Baschi e gareggiando nelle Ardenne. Dopo una pausa, è tutta questione di Vuelta.

“Tour nel WorldTour, come il Tirreno, i Paesi Baschi e la Svizzera, dove voglio competere per i primi cinque, il podio o spero di vincere in assoluto. Questi sono passi importanti verso la prestazione nei grandi tour”.

“È meglio prendere parte a questa nuova opportunità di Coppa del Mondo per Wout che sdraiarsi al mio posto”

Remco Evenepoel ha anche menzionato casualmente la Coppa del Mondo in Australia e quando si è discusso della Battaglia dell’Arcobaleno, la Coppa del Mondo alla fine di settembre a Leuven è stata naturalmente discussa. Soprattutto il trambusto dopo.

“C’è stato molto da fare nelle ultime settimane, ma non l’ho seguito da vicino. È un po’ sfortunato che così tanto sia stato fatto saltare in aria”.

“Ho già chiamato Bout van Aert diverse volte”, dice Evenpoel, che ha chiarito dopo la Coppa del Mondo di non essere d’accordo con la tattica di un capitano a Leuven.

“Abbiamo deciso di sederci insieme in Belgio e pronunciare tutto bene. Una nuova opportunità di Coppa del Mondo seguirà per Wout alla fine di settembre. Preferirei farne parte piuttosto che dover guardare il mio posto. Io e lui entrambi se ne sono resi conto”.

“Ne parliamo anche con il tecnico della nazionale. Non ha senso per noi ignorarci o evitarci a vicenda. Siamo d’accordo bene, così è stato anche ai Giochi e ai Mondiali”.

“Sappiamo quanto beneficiamo gli uni degli altri e non vogliamo lasciare che quel legame cada nell’acqua. Abbiamo la stessa mentalità vincente”.

“Wout dovrebbe sicuramente diventare il campione del mondo, se lo merita. Preferisco il suo aiuto. Ecco perché è importante iniziare la stagione con una tabula rasa”.

Sappiamo quanto beneficiamo gli uni degli altri e non vogliamo lasciare che quel legame cada nell’acqua. Abbiamo la stessa mentalità vincente.

Remco Evenepoel di Wout van Aert

“Non ho più fretta in certe cose.”

La lettera di Evenepoel rivela che ha subito un lifting anche a livello mentale. o no? “Posso mettere tutto in prospettiva un po’ più velocemente”, ammette.

“Non mi precipito più in certe cose. Non fa bene a nessuno. Esprimere frustrazione è una cosa del momento. Dopo puoi provare molta sofferenza”.

“Ho scelto di far affondare tutto. È stato più che un successo. Spero di poter continuare così”.

Quindi non vedremo un gesto della mano post-europeo verso Sony Colbrelli? “Questa è la cosa di Bruxelles: come ti senti, lo butti via. Ma mi rendo conto che non è sempre appropriato oggi. Lo porterò sicuramente con me”.

Remco Evenepoel
5-9/02 Un giro a Valenzano
16-20/02 Un tour dell’Algarve
7-13/03 Tirreno Adriatico
4-9/04 Tour dei Paesi Baschi
04/13 Freccia del Brabante
20/04 freccia e colore
24/04 Liegi Bastogne Liegi
24-29/05 Giro in Norvegia
21-12/06 giro in svizzera
23/06 Cronometro BC
26/06 BK in viaggio
30/07 San Sebastiano classico
3-7 / 08 Un giro di Burgos
19/08-11/09 Giro in Spagna
READ  De Kinney e Hoffenheim affrontano difficoltà a vincere Arsenal, Cayman e Lione | Champions League