QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Ricercatori: Il mondo sta entrando in una nuova era di crisi. La combinazione di agenti tossici” | all’estero

Il pericoloso mix di crisi ambientali e di sicurezza rappresenta una minaccia complessa per la pace globale e apre una nuova era di rischi imprevedibili per i quali i nostri responsabili politici non sono adeguatamente preparati. Lo dicono oggi i ricercatori del SIPRI Peace Research Institute con sede a Stoccolma. Nel frattempo, Oxfam invita i responsabili politici nel rapporto di oggi ad adottare misure contro la povertà estrema. Secondo Oxfam, i politici devono scegliere tra sostenere i miliardari che depredano l’economia o il benessere del resto della popolazione.

In un rapporto, i ricercatori dipingono un quadro deprimente della futura situazione della sicurezza mondiale. Avvertono, tra le altre cose, del mix esplosivo di crisi ambientali – come il cambiamento climatico, la scarsità di materie prime e l’estinzione delle specie – e le crisi di sicurezza e altre minacce, come la pandemia di coronavirus.

Ad esempio, citano la situazione in Somalia, dove la persistente siccità e altri effetti del cambiamento climatico, insieme alla povertà e al governo debole, hanno spinto le persone tra le braccia della milizia terroristica islamista Al-Shabab. Il rapporto afferma che in America centrale, l’impatto del cambiamento climatico sui raccolti di grano, insieme alla violenza e alla corruzione, ha aumentato il flusso di immigrazione negli Stati Uniti.

miscela velenosa

“La miscela è tossica, pericolosa e distruttiva”, ha scritto in un’introduzione l’ex ministro degli Esteri svedese ed ex commissario UE per l’Ambiente Margot Wallström. Inoltre, le istituzioni che hanno la capacità di fare qualcosa si stanno svegliando molto lentamente, critica.

“Molti ambientalisti sostengono che ora siamo a un punto critico: possiamo lasciare che la crisi ambientale faccia il suo corso o riconoscere il problema e fare qualcosa al riguardo”, ha affermato Dan Smith, direttore del SIPRI. “La cattiva notizia è che questo momento critico arriva in un momento in cui la politica internazionale è a pezzi”.

READ  Gli Stati Uniti affermano che l'arma ad alta velocità "invisibile" della Russia non ha alcun effetto sul campo di battaglia in Ucraina

Rapporto Oxfam

I prezzi dei generi alimentari stanno aumentando in tutto il mondo e questi aumenti dei prezzi minacciano di spingere altri 263 milioni di persone in condizioni di estrema povertà entro la fine di quest’anno, scrive Oxfam in un nuovo rapporto. Solidarity condanna la crescente disuguaglianza tra ricchi e poveri e invita i responsabili politici del World Economic Forum (WEF) a Davos, che inizia oggi, ad adottare misure.


citazioni

I responsabili politici di Davos devono scegliere: agire come responsabili nei confronti dei miliardari che depredano le loro economie o intraprendere azioni ambiziose a beneficio della stragrande maggioranza.

Oxfam

Profitti da record per le imprese, prezzi più alti per i consumatori

Il rapporto mostra che le aziende che operano nei settori farmaceutico, energetico e alimentare stanno ottenendo profitti record. Allo stesso tempo, le persone in tutto il mondo stanno affrontando un aumento dei prezzi per questo cibo. Nei paesi più poveri, le persone spendono il doppio del loro reddito per il cibo, ma i prezzi stanno aumentando anche nei paesi più ricchi come il Belgio. Ciò provoca disordini sociali e politici.

Ecco perché Oxfam invita i decisori di Davos ad agire. “Dopo oltre due anni di pandemia che ha provocato circa 20 milioni di morti e gravi impatti economici, i responsabili politici di Davos devono scegliere tra agire come delegati per i miliardari che saccheggiano le loro economie o intraprendere azioni ambiziose per la stragrande maggioranza”.

imposta patrimoniale

L’organizzazione propone, tra l’altro, l’introduzione di un’imposta sul patrimonio per ridistribuire la vasta ricchezza attraverso misure sociali. In Belgio, questo potrebbe generare circa 20,3 miliardi di euro, secondo uno studio di KULeuven. Inoltre, raccomandano anche una tassa sugli utili in eccesso per le grandi società.

“Esiste una stretta associazione tra aumento della ricchezza e aumento della povertà”, ha affermato Oxfam. Man mano che i ricchi diventano più ricchi, “milioni di persone saltano i pasti o bussano alle porte dei banchi alimentari, spengono il riscaldamento, non possono pagare le bollette e si chiedono come faranno a sopravvivere sulla Terra”.

173 chilogrammi di rifiuti alimentari per europeo all’anno