QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Secondo il Pentagono, i soldati russi stanno affrontando carenze alimentari e atti di vandalismo sui veicoli

L’invasione russa dell’Ucraina è stata più lenta del previsto. I russi non stanno solo affrontando problemi logistici, ma la resistenza delle forze armate ucraine è maggiore di quanto si aspettassero. “Ci sono (…) indicazioni che stanno avendo problemi a rifornire le loro forze e che non hanno solo benzina ma anche cibo”, ha detto il rappresentante del Pentagono.

Secondo il Pentagono, ci sono indicazioni che “il morale si sta deteriorando tra alcune unità perché non si aspettavano che la resistenza fosse così forte”. Il rappresentante suggerisce che i russi potrebbero decidere di fermarsi per riorganizzarsi e riconsiderare la loro strategia. Ha sottolineato che le forze russe si adatteranno sicuramente e cercheranno di affrontare le sfide. Inoltre, la Russia ha a sua disposizione molte risorse militari.

Furono lanciati 400 missili

Secondo le stime degli Stati Uniti, più dell’80 per cento delle forze russe che la Russia aveva precedentemente accumulato al confine si trovano ora in Ucraina. “Gran parte delle forze russe sono giovani coscritti, scarsamente addestrati e impreparati alla guerra. Alcuni hanno deliberatamente perforato i serbatoi del gas delle loro auto, apparentemente per evitare il combattimento”. Non ha commentato le domande sulle informazioni e sulle fonti su cui faceva affidamento.

Infine, ha affermato che gli Stati Uniti sospettano che la Russia abbia lanciato più di 400 missili contro l’Ucraina dall’inizio dell’offensiva. Ha aggiunto che non vi era alcuna indicazione dell’ingresso delle forze bielorusse in Ucraina.

READ  Magnifica sperimentazione nei Paesi Bassi: due donne attillate...