QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Un uomo ha ucciso tre donne a Roma: “Per fortuna la sua pistola si è inceppata, altrimenti ci sarebbero state più vittime”

© Carabinieri

Un uomo ha sparato e ucciso tre donne in Italia domenica mattina. Anche tre persone sono rimaste gravemente ferite. Un testimone oculare ha detto che la sua pistola si è inceppata durante la sparatoria. Altrimenti, potrebbero esserci più vittime.

Claudio Campetti, 57 anni, è entrato nella stanza attigua a un’osteria di Vidin, vicino Roma, e ha gridato che avrebbe ucciso tutti. Poi ha aperto il fuoco.

È stato arrestato dai carabinieri e non ha ancora rilasciato dichiarazioni.

Nella stanza, i residenti di un condominio vicino hanno tenuto un’assemblea dei residenti e lui ha avuto un conflitto con alcuni di loro.

Questo contiene contenuti incorporati da una rete di social media che vuole scrivere o leggere cookie. Non hai dato il permesso per questo.

In passato il tiratore aveva chiesto il porto d’armi, ma gli era stato negato perché non aveva precedenti penali puliti.

“L’uomo era noto a tutti e aveva precedentemente minacciato i presenti. Poi verbalmente”. “Ha sparato principalmente ai membri del consiglio di amministrazione. L’arma si è inceppata a un certo punto, altrimenti avrebbero potuto esserci più vittime”, dice uno dei testimoni.

Oltre ai tre decessi, almeno tre sono stati contagiati. Uno di loro è stato portato via ed è in condizioni critiche. Ha subito un intervento chirurgico e sta ancora lottando per la sua vita.

READ  Bolsonaro dovrebbe proteggere gli indigeni dell'Amazzonia da ...