QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Uno studio ha rivelato che il virus può infettare le cellule nervose

Dall’inizio della pandemia di COVID-19, molti pazienti hanno riportato disturbi neurologici e psichiatrici. Uno studio olandese pubblicato di recente ha scoperto che il virus può infettare le cellule nervose.

Il coronavirus può infettare le cellule nervose e innescare reazioni immunitarie locali che potrebbero essere la causa Complicanze neurologiche e psicologiche associate al Covid-19. Queste sono le conclusioni di uno studio olandese pubblicato sull’American Journal of Microbiology, secondo l’AFP.

diffusione del virus Si ferma rapidamente ed è limitato a poche cellule cerebraliTuttavia, questo si traduce in lesioni minori risposta alle citochineLo studio ha concluso che i messaggeri tra le cellule immunitarie svolgono un ruolo nell’infezione locale. “Ciò che abbiamo visto è coerente con l’infezione da SARS-CoV-2”. Raramente porta a encefalite acuta Il virus si sta diffondendo in modo incontrollabile nel cervello, ha affermato in una nota Debbie van Riel, ricercatrice di virologia presso l’Erasmus MC Hospital di Rotterdam.

Disturbi neurologici segnalati dai pazienti

Ma il fatto che SARS-CoV-2 possa eventualmente entrare nel cervello attraverso il nervo olfattivo e infettare le cellule localmente, il che a sua volta innesca una risposta infiammatoria, Può sicuramente contribuire ai disturbi neurologiciDall’inizio dell’epidemia, i pazienti di tutto il mondo hanno riportato disturbi neurologici e psichiatrici come: a partire dal Problemi di memoria, mal di testa, psicosi rare e persino encefalite (infiammazione del tessuto cerebrale).

A una persona su tre colpita dal Covid-19 viene diagnosticata una condizione neurologica o psichiatrica entro sei mesi dall’infezioneAd aprile, ha fatto riferimento a un ampio studio pubblicato sulla rivista specializzata Lancet Sciatri. Un numero crescente di prove lo indica Il virus può entrare nel cervello attraverso il nervo olfattivo.

READ  smettere di fumare | CORRENTE MEDIMBICA.

Tuttavia, ciò che accade dopo che SARS-CoV-2 è entrato nel cervello è ancora poco compreso. Oltre a ciò che indica il nostro studio, probabilmente anche il sistema immunitario svolge un ruolo. Sono necessarie ulteriori ricerche per scoprirloIl ricercatore Fimke de Frege del Dipartimento di Psichiatria dell’Erasmus Hospital ha dichiarato:

I ricercatori hanno osservato il virus per un breve periodo in vitro, in neuroni in coltura ottenuti da ceppi pluripotenti indotti (iPS). “Abbiamo anche studiato un numero limitato di tipi di cellule cerebrali”, ha aggiunto la de Vrij, osservando che ulteriori ricerche potrebbero far luce su “Effetti a breve e lungo termine dell’infezione virale sulle strutture cerebrali“.