QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Wout van Aert colpisce sul dischetto nella fase iniziale Critérium du Dauphiné | Criterium du Dauphin 2022

Wout van Aert in giallo sul podio dopo la fase di apertura. Una foto che rivedremo un mese dopo l’inizio del tour in Danimarca?

In uno sprint veloce, il campione belga non deve temere nessuno. Lo ha dimostrato oggi superando rapidamente i suoi avversari negli ultimi metri di questa prima tappa.

Van Aert sapeva dove voleva sedersi e si sedette perfettamente al volante di Ethan Hayter. Senza rendersene conto, il britannico ha eseguito il primer perfetto. Un paio di volte pieno sui pedali, questo è tutto ciò di cui Van Aert aveva bisogno per vincere la quarta tappa in assoluto a Dauphin.

Una piccola nota a margine: nell’Ardèche, Van Aert ha trovato una pista su misura per le sue esigenze. La pendenza era breve ma calda, il che significa che il suo più grande concorrente Dylan Groenwegen ha dovuto perdere la sua parte nel gruppo.

L’olandese sembrava poter rientrare per un po’ di tempo, ma i suoi compagni di squadra non sono riusciti a colmare il divario per più di un minuto. Nello stesso gruppo c’erano alcuni uomini veloci con Phil Bauhaus, Jordi Meos e Juan Sebastian Molano.

Non ci sono uomini che Van Aart dovrebbe temere, ma non doveva correre contro i corridori più veloci. Succederà anche a lui a tutto tondo nelle tappe in collina. Anche lì il fuoriclasse belga dovrà raccogliere punti per la sua maglia verde.

“Sto cercando di vincere una tappa questa settimana per la fiducia”, ha detto Van Aert all’inizio questa mattina. Questa missione ha funzionato e ora la missione segue la maglietta verde nel round.

READ  Il Manchester City può già annusare la finale di CL, De Bruyne segna a Parigi con fortuna | UEFA Champions League 2020/2021

“Mi aspettavo una finale difficile oggi”, ha detto Van Aert in una rapida intervista. “C’erano molte squadre che volevano buttare fuori bordo i corridori, ma posso continuare con quello”.

Van Aert non ha mai avuto problemi e lo ha concluso in volata. “È stato difficile superare Ethan Hayter. Ma sono contento che ce l’abbia fatta.”

“E se provassi a difendere la mia maglia gialla ora? Perché no? Abbiamo una rosa forte. Le prossime fasi sono adatte a me, quindi proverò sicuramente a difendere questa maglia gialla. Spero di poterla portare a Primoz (Roglic) questo fine settimana sul dare.

Van Aart ha anche guardato alle ultime settimane: “Dopo la primavera, non sono sempre stato soddisfatto di come mi sentivo a correre. Ci abbiamo lavorato nelle ultime settimane. È fantastico che questo duro lavoro stia dando i suoi frutti. “