QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

A Mirth, 36 anni, è stato diagnosticato un cancro al seno due volte in due anni

A Mirth, 36 anni, è stato diagnosticato un cancro al seno due volte in due anni

Montagne russe. Questo è ciò che possiamo chiamare gli ultimi (36) anni di allegria. Le è stato diagnosticato un cancro al seno due volte in due anni, anche se non desiderava altro che avere una grande famiglia. Come se la vita non la mettesse abbastanza alla prova, ha subito una gravidanza extrauterina e il suo rapporto con il suo ex marito, nonché padre dei suoi figli, è andato in pezzi. “Ma sto bene”, ha detto il coraggioso Mirth. Jan racconta la sua storia impressionante.

29 anni, con cancro al seno

“Nostro figlio aveva sei mesi quando mi è stato diagnosticato per la prima volta un cancro al seno, quando avevo 29 anni, nel 2016. È stato intenso, sono diventata calva e molto malata a causa della chemio, ma l’abbiamo superata bene. Non ho nemmeno scoperto che il cancro al seno in sé è la cosa più difficile; che la nostra vita, e quindi la fondazione della nostra famiglia, si è fermata, e ancora di più. Prima della prima chemioterapia, abbiamo seguito la fecondazione in vitro perché volevamo più figli in il futuro. La chemioterapia può influire sulla fertilità. All’inizio, il tumore nel mio “seno del paziente” è stato rimosso chirurgicamente. Poiché ero così giovane, mi hanno somministrato la massima radioterapia e la massima chemioterapia. Gli hanno davvero dato di tutto.

Esame ospedaliero

Le mie condizioni migliorarono e circa tre quarti di anno dopo, nel 2018, mi recai in ospedale per un controllo. Sembrava tutto a posto e lo stesso giorno abbiamo presentato al ginecologo il nostro desiderio di un secondo figlio. Mentre discutevamo le opzioni, il chirurgo ha ricevuto una telefonata da un collega del reparto di radiologia. “Non ho una bella sensazione a riguardo, voglio fare una risonanza magnetica”, ha detto il radiologo. Questo è arrivato come un fulmine a ciel sereno. La risonanza magnetica ha mostrato che avevo di nuovo tre tumori nello stesso seno. I tumori sono piccoli, solo circa mezzo centimetro, ma il cancro è tornato.

READ  5 segni che tuo figlio è molto felice con te come genitore

Ci siamo andati di nuovo, Invano. Non mi sono ripreso del tutto dall’ultima volta. Poiché avevo già subito diversi trattamenti con radiazioni, il mio tessuto mammario si è indurito. Pertanto, non hanno potuto condurre un’operazione preventiva. Alla fine, il mio intero seno dovette essere amputato. In “My Good Breast”, il chirurgo è riuscito a posizionare una protesi dietro il muscolo pettorale. Nel mio “petto malato” niente di più. Per fare questo, piegano i muscoli della schiena, sotto l’ascella, in avanti. Sono molto soddisfatto del risultato e ringrazio moltissimo i meravigliosi medici dell’Anthony van Leeuwenhoek. Ma ovviamente le mie cicatrici, vicino al seno e sulla schiena, sono enormi.

Gravidanza extrauterina

“Così sono sopravvissuta di nuovo al cancro al seno. Due anni dopo, durante una scansione PET completa, il mio corpo era ancora libero dal cancro. Il nostro desiderio di avere un secondo figlio è lentamente tornato in vita – e i miei medici ci hanno sostenuto. Ha funzionato: ho ottenuto incinta! Ma presto si è rivelata una gravidanza extrauterina, che ha richiesto un intervento chirurgico urgente. Nel complesso, questo ha messo a dura prova la mia relazione. Il mio ex ha dovuto sopportare almeno altrettanto. È stato un processo difficile in cui ci siamo persi purtroppo durante la mia seconda gravidanza ho dato alla luce la nostra seconda figlia mentre stavamo attraversando il divorzio: una figlia sana.

Il testo continua sotto l’immagine.

eredità

Cicatrici dopo il cancro al seno

“Una volta terminato il percorso contro il cancro al seno e volevo saperne di più, ad esempio, sul trattamento delle cicatrici, ho dovuto prendere io stessa l’iniziativa. Per quanto mi riguarda, questo diventa parte del trattamento. Proprio come quello psicologico cura, sia per i pazienti che per me.” Partner”. Come guardo le mie cicatrici? Ora le indosso con orgoglio. Per rompere il tabù – che è ancora prevalente – a volte indosso deliberatamente uno scollo a V o un Il mio desiderio è che tutte le donne con queste cicatrici osino farlo: possiamo essere orgogliose di tutta la miseria che abbiamo sofferto.

READ  È meglio iniziare con questi prodotti per la cura della pelle prima dei 30 anni

Adesso lo so, grazie Clinica della pelle Che, se lo si desidera, tutto è possibile per abbellire le cicatrici. Se lo avessi saputo cinque anni fa, forse lo avrei fatto. Ci penso ancora, anche se ormai ci sono abituato. A proposito, non solo ho riacquistato le cicatrici della mia malattia, ma anche una visione diversa della vita. Ora ho un approccio più aperto alla vita e non mi preoccupo più di così tanto.

Mirth (36 anni) ora ha un nuovo fidanzato e lavora come psichiatra nel suo studio privato. Vivi con lei Due bambini (2 e 8 anni) a Weesp.

E il ringiovanimento delle cicatrici?

Abbiamo posto quattro domande alla terapista della pelle Lieke Bruinsma e alla fondatrice Renske Ypma van Clinica della pelle.

Quali trattamenti possono ricevere le donne con cicatrici da cancro al seno?

“Possiamo utilizzare diversi trattamenti per ridurre i disturbi (fisici) della cicatrice e/o abbellire la cicatrice. Pensa al massaggio della cicatrice, Micro-aghi E trattamento laser. A seconda della causa, dell’età della cicatrice, del tipo di cicatrice e dei disturbi causati dalla cicatrice, sviluppiamo un piano di trattamento. Non guardiamo solo all’aspetto estetico, ma anche alle eventuali implicazioni emotive della cicatrice.

Cosa puoi dire sull’effetto del trattamento delle cicatrici?

Per ottenere i migliori risultati, spesso sono necessari più trattamenti. Spesso vediamo un effetto positivo nel colore, nello spessore e nella dimensione della cicatrice entro poche settimane. Disturbi come dolore, prurito, limitazione dei movimenti e adesione della cicatrice spesso diminuiscono immediatamente dopo il trattamento. L’effetto è maggiore quando la cicatrice è un po’ “giovane”. Questo perché il processo di guarigione della cicatrice è ancora attivo. Il trattamento della cicatrice può solitamente iniziare una volta chiusa la ferita.

READ  Cervello misurato per la prima volta ad alta risoluzione - New Scientist

Pensi che ci sia (ancora) un tabù sul trattamento delle cicatrici dopo il cancro al seno?

“Notiamo che a volte c’è una certa soglia per iniziare a guarire le cicatrici. Anche i disturbi psicosociali, come traumi, insicurezza e vergogna, spesso giocano un ruolo. Questo è molto comprensibile. Fortunatamente, quando abbiamo vent’anni, abbiamo questo.” Clinica della pelle (in precedenza Derma2Care, ndr) può effettivamente aiutare molte donne a ridurre le cicatrici e i disturbi associati. È un lavoro molto prezioso e gratificante.

Il trattamento laser è completamente sicuro, anche dopo il cancro al seno?

“Poiché la luce laser viene assorbita solo dall’acqua nella pelle, questo trattamento è sicuro e innocuo al 100%. La luce laser è luce con una singola lunghezza d’onda che raggiunge una certa profondità nella pelle. La luce laser che migliora le cicatrici raggiunge il “derma, ” che si chiama anche il derma e lo strato intermedio della pelle. La luce di questo laser viene assorbita solo dall’acqua nella pelle. Perché è leggera rimpicciolire Quando il calore raggiunge la pelle, il miglioramento della pelle inizia in modo naturale. Il rossore nella cicatrice diminuisce. I fibroblasti (cellule presenti nel tessuto connettivo, ndr) vengono stimolati a produrre nuovo collagene ed elastina. Ciò ridurrà le dimensioni e il colore rosso della cicatrice e migliorerà la consistenza della pelle.