QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Abusi anche nei collegi americani per bambini nativi | all’estero

I primi risultati di un’indagine sui collegi americani per bambini indigeni rivelano più o meno gli stessi abusi del Canada. Graves ha trovato almeno cinquanta collegi da più di quattrocento ex collegi negli Stati Uniti, secondo il New York Times, tra gli altri.

Un’indagine del governo mostra che circa 19 collegi di nativi americani sono responsabili di oltre 500 morti di bambini nativi. Un numero destinato ad aumentare, secondo un rapporto del ministero dell’Interno. Il rapporto è stato preparato in risposta a centinaia di tombe non identificate trovate nei collegi canadesi per bambini aborigeni.

I collegi americani furono gestiti dalla chiesa e dal governo tra il 1819 e il 1969. I bambini indigeni furono forzatamente collocati lì per la loro “civiltà”. Ma quello era solo uno degli obiettivi, secondo il rapporto. L’espropriazione delle terre indigene rimuovendo i loro figli era uno dei risultati previsti di questa politica.

Secondo il rapporto, molti bambini sono stati picchiati, privati ​​del cibo e imprigionati. Il ministro Deb Haaland, lui stesso nativo americano, ha commissionato lo studio lo scorso giugno. Dice che questa politica ha scioccato generazioni. Secondo lei, le conseguenze sono “strazianti e innegabili”.

READ  Il governo del Regno Unito congela i finanziamenti della BBC