QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Come controllare le talpe intasate?

Più di vent’anni fa, ha scoperto una voglia sul suo stomaco che aveva cambiato colore. Si è rivelato essere un melanoma che si era diffuso anche ai linfonodi. I medici hanno rimosso tutte le cellule maligne e il tumore non si è più ripresentato. Tuttavia, lo shock è rimasto e ha controllato il suo corpo ogni giorno alla ricerca di luoghi sospetti. Solo questo lettore (61) si chiede come verificare la presenza di nei sotto i capelli?

Prima di tutto ispezione quotidiana. Non è davvero necessario, afferma Soe Janssens, MD, dermatologo di Antoni van Leeuwenhoek. Janssens è specializzato nel cancro della pelle ed esegue anche procedure chirurgiche. Si consiglia ai pazienti precedenti di esaminare la pelle e i linfonodi quattro volte l’anno. Premendo delicatamente sulle ghiandole, puoi sentire il loro gonfiore e richiedere un ulteriore esame. Si trovano sotto le ascelle, l’inguine, il collo e intorno alle clavicole”.

giudizio ABCDE

La regola ABCDE si applica alle talpe, dice Janssens, dove le lettere rappresentano punti di interesse. Asimmetria: la forma è cambiata? Bordo: il bordo è meno nitido o più regolare? Colore: la voglia è di colore diverso? Diametro: sta diventando più grande o più piccolo? Evoluzione: la macchia si è ispessita o pruriginosa? “Se vedi uno di questi cinque cambiamenti, è un motivo sufficiente per consultare un medico”.

È facile vederli sullo stomaco o sull’avambraccio, ma i nei si trovano nei posti più impossibili. Sotto la pianta dei piedi, dietro le orecchie, sotto le unghie e anche sotto i capelli. “Sotto le unghie puoi ancora vedere se scoloriscono o sanguinano, ma è più difficile sulla tua testa. Soprattutto se hai i capelli folti. È difficile dire con quale frequenza appaiano delle macchie sul cuoio capelluto”.

Scultura Paulien Kraaijeveld

Il diritto a un esame annuale

Consiglia di fare il check-in con il tuo partner di tanto in tanto o con il tuo parrucchiere. “A volte lo faccio nella stanza dei trattamenti, ma non sei sicuro al 100 percento. I punti sulla tua testa possono essere astuti. Quello che non tutti sanno è che hai diritto a un controllo annuale dal tuo medico di famiglia o dal dermatologo se lo fai avere un sacco di nei”.

Janssens lo sottolinea più volte nella conversazione: vai dal medico ad ogni cambio ABCDE, perché prima suona la campana, migliore è la prognosi. “Il melanoma è molto curabile. Tagliamo la macchia, aspettiamo i risultati di laboratorio e poi rimuoviamo un po’ di pelle extra sana. Dopodiché, le persone possono vivere fino a cento”.

Anche se le cellule tumorali si diffondono, dice Janssens, c’è ancora una prospettiva. “Negli ultimi anni sono stati sviluppati trattamenti che mostrano ottimi risultati. L’immunoterapia ne è un buon esempio. Ciò consente di stimolare il sistema immunitario in modo tale da rimuovere meglio le cellule tumorali. Questo vale per le cellule sparse nella pelle , linfonodi e organi. Nel fegato, e anche nel cervello, vedi che le cellule possono ridursi dopo l’immunoterapia. Non c’è alcuna garanzia che se ne andranno per sempre, ma la prognosi è migliore di prima”.

A Het Consult, gli esperti rispondono settimanalmente alle domande sulla salute dei lettori. Anche una sana domanda? Invia un’e-mail a health@trouw.nl.

READ  parere | Sembra che lo splendore della professione medica sia scomparso