QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Hanky ​​per costruire hypercar in Italia

La Cina è diventata parte integrante dell’industria automobilistica di oggi. Mentre i primi tentativi dall’Estremo Oriente – spesso con risultati disastrosi nei crash test – sono stati accolti con risate, oggi le cose sono viste diversamente. Il paese è molto importante nelle applicazioni elettriche a batteria nel mondo automobilistico e oggi acquistiamo sempre di più dai cinesi. Ad esempio, Volvo, Polestar e Lotus sono di proprietà della cinese Geely e MG è tornata con un proprietario cinese.

2023

La cinese Hongqi vuole la sua parte e progetta una fabbrica in Italia. Il marchio è di proprietà di una joint venture tra American Silk e Chinese FAW Bestune nel suo portafoglio. Hongqi ha annunciato in precedenza verso l’Europa Arrivato e montato l’anno scorso S9 Front, un’hypercar ibrida plug-in con 1.400 cavalli e prestazioni sbalorditive, firmata Walter de Silvac. In un attacco diretto a valori consolidati europei come Ferrari, Maserati e Lamborghini, Hanky ​​ora si concretizza costruendo uno stabilimento a Reggio Emilia, nel cuore della ‘motor valley’ italiana.

Silk-FAW vuole investire un miliardo di euro e completare l’acquisto di un terreno in città entro il 5 agosto, anche se al momento il finanziamento non è del tutto finalizzato. In ogni caso, potrebbe essere necessario procedere rapidamente, poiché il team vuole iniziare ad assemblare le auto già nel 2023. L’S9 dovrebbe mettere Hongqi sulla mappa per aumentare le vendite di altri modelli.

Leggi di più su:

Henkeerts Arnaud

Circa l’autore: Henkeerts Arnaud

City car, auto sportiva, oldtimer… Arnaud ha un debole per le auto con carattere. Potrebbe essere una Fiat Panda, sui 40 anni! Limburger nel cuore e nell’anima, quindi la via di casa raramente è veloce, ma è molto piacevole.

READ  L'Italia supera l'Austria ai supplementari per passare ai quarti di finale (contro il Belgio?)