QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

I bambini che stanno seduti molto hanno maggiori probabilità di sviluppare malattie cardiache più avanti nella vita (anche se non sono in sovrappeso).

I bambini che stanno seduti molto hanno maggiori probabilità di sviluppare malattie cardiache più avanti nella vita (anche se non sono in sovrappeso).

Che tu stia correndo maratone o camminando per l’isolato ogni giorno, purché ti muovi, questo è il consiglio in questi giorni. E non solo da grandi, è molto importante anche per i bambini. Perché le persone che non fanno molta attività fisica in gioventù hanno maggiori probabilità di sviluppare malattie cardiovascolari più avanti nella vita. Anche con pressione sanguigna normale e buon peso.

Sorprendentemente, un po’ di esercizio fisico e molta seduta nei primi anni possono avere un tale effetto in seguito, ma ecco cosa mostra un nuovo studio: il numero di ore che i bambini e gli adolescenti trascorrono seduti è legato al danno al tessuto cardiaco. Ciò è stato riscontrato anche in persone che da bambini avevano un peso normale e non avevano la pressione alta.

“Tutte quelle ore che i giovani fissano davanti allo schermo si sommano. Dopotutto, queste persone hanno letteralmente il cuore pesante. E sappiamo da studi condotti su adulti che questo aumenta il rischio di infarto o ictus. Università della Finlandia orientale Al di fuori. “È importante che i bambini e i giovani facciano più esercizio fisico affinché la loro salute migliori a lungo termine.”

La relazione tra inattività e malattie cardiache
I risultati finlandesi ne fanno parte I bambini degli anni Novanta studiano. Si tratta di uno dei più grandi studi di coorte al mondo, iniziato nel 1990. I partecipanti vengono seguiti fin dalla nascita sulle scelte di vita. Ad esempio, i soggetti del test indossano uno smartwatch a intervalli regolari, in modo che il tempo trascorso a riposare a diverse età possa essere stimato in modo abbastanza accurato. Ciò ha reso abbastanza facile collegare l’inattività fisica durante l’infanzia a potenziali problemi cardiaci più avanti nella vita.

READ  Il vaccino corona è meno efficace nelle persone obese?

cuore pesante
I bambini hanno indossato uno smartwatch con tracker di attività per sette giorni consecutivi quando avevano 11 anni. Lo fecero di nuovo quando avevano 15 e 24 anni. All’età di 17 e 24 anni, gli scienziati hanno anche misurato il peso del ventricolo sinistro dei partecipanti tramite ecocardiogramma e lo hanno confrontato con la loro altezza. È stato sottratto un certo numero di grammi per metro quadrato (g/m2), indicando un legame tra il tempo di inattività nei ragazzi di età compresa tra 11 e 24 anni e le misurazioni cardiache nei ragazzi di 17 e 24 anni. I ricercatori hanno preso in considerazione fattori che potrebbero confondere le conclusioni, come età, sesso, pressione sanguigna, percentuale di grasso corporeo, abitudine al fumo, attività fisica e stato socioeconomico.

mocassini
Allo studio hanno partecipato un totale di 766 bambini, leggermente più femmine che maschi. All’età di 11 anni, i bambini trascorrevano in media 362 minuti al giorno seduti. Questo valore è salito a 474 minuti al giorno durante la pubertà, all’età di 15 anni, e addirittura a 531 minuti al giorno all’età di 24 anni. Ciò significa che tra l’infanzia e la prima età adulta, le persone testate hanno trascorso in media 2,8 ore sedute, in media, al giorno.

Doppio rischio di malattie cardiache
Ogni minuto in più trascorso seduto al giorno tra gli 11 e i 24 anni è associato a un’ipertrofia ventricolare sinistra di 0,004 g/m2 tra i 17 e i 24 anni. Moltiplicando questo valore per gli ulteriori 169 minuti di inattività più avanti nella vita, ciò equivale a un aumento giornaliero di 0,7 g/m2, che è circa 3 grammi più pesante nel ventricolo sinistro assumendo una crescita della lunghezza media.

READ  Perché la politica improvvisamente offre un arsenale di facilitazione: il Belgio

Precedenti studi sugli adulti avevano già concluso che la stessa ipertrofia ventricolare sinistra (1 g/m2) per sette anni era associata a un doppio rischio di malattie cardiache, ictus e morte prematura.

Comunque, continua a muoverti
“Questi bambini trascorrono più di sei ore al giorno seduti, e questo numero aumenta di circa tre ore quando raggiungono l’età adulta. Il nostro studio mostra che nei bambini e negli adolescenti, un accumulo di inattività fisica è associato a danni al tessuto cardiaco più avanti negli anni.” Questo vale anche per i bambini e i giovani adulti che non soffrono di aumento di peso o di pressione alta.

Si consiglia ai genitori di incoraggiare i propri figli a praticare più sport. “È importante uscire con loro più spesso e fare una passeggiata o fare esercizio in qualche altro modo. Assicurati di limitare la quantità di tempo che i bambini trascorrono sui social media e sui giochi per computer. Perché è come Martin Luther King Jr. una volta disse: Se “Non puoi volare, corri. Se non puoi correre, vai a fare una passeggiata. Se non puoi camminare, gattona. Ma almeno continua a muoverti”.