QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

I ricercatori uniscono le forze per combattere la resistenza antimicrobica

Come possiamo prevenire le infezioni batteriche e ridurre la necessità di antibiotici? ricercatori La Wageningen University & Research e le università in Danimarca e negli Stati Uniti si uniscono in un nuovo progetto: PIG-PARADIGM. La Fondazione Novo Nordisk finanzia il progetto per un importo di 20,1 milioni di euro.

La terza causa di morte

L’uso globale di antibiotici è in aumento, una delle principali cause di resistenza agli antimicrobici (AMR). L’Organizzazione Mondiale della Sanità prevede che la resistenza antimicrobica diventerà la terza causa di morte nel mondo entro 30 anni. La produzione di suini è un importante consumatore globale di antibiotici.

In questo nuovo progetto, i dati completi – raccolti dallo studio dei maiali – vengono analizzati in dettaglio dai ricercatori di Wageningen, in Danimarca – Università di Aarhus, Università di Copenaghen e Università di Aalborg – e dell’Università della California, Davis, negli Stati Uniti. La collaborazione tra istituzioni e confini riunisce le competenze, le tecniche e gli studi sugli animali necessari per trovare nuove soluzioni a questo problema.

ricerca sull’intestino dei suini

Come gli esseri umani, i maiali sviluppano un microbioma intestinale complesso subito dopo la nascita. Molti suinetti sviluppano la diarrea solo allo svezzamento. Questo è quando vengono separati dal maiale e adattati a un nuovo ambiente e dieta. I maiali diventano quindi suscettibili alle infezioni intestinali. Gli antibiotici sono essenziali per prevenire la trasmissione di malattie e la sofferenza e la morte dei suini.

“A PIG-PARADIGM raccogliamo conoscenze su come aumentare le difese naturali e l’immunità dell’intestino del maiale. Se questo migliora, riduce la malattia diarroica e quindi la necessità di antibiotici”, ha affermato la coordinatrice, Charlotte Lorissen, professoressa e capo del dipartimento di animali Scienze all’Università di Aarhus.

READ  Relativamente molte persone sono rimaste ferite a scuola e sul lavoro

Informazioni di base
Gli antibiotici sono usati per trattare o prevenire alcuni tipi di infezioni batteriche, ad esempio nel tratto respiratorio o digerente di esseri umani e suini. L’attuale uso eccessivo di antibiotici porta allo sviluppo di batteri resistenti e quindi provoca una mancanza di efficacia antibiotica. Nel peggiore dei casi, questo porta alla possibilità di trattare le infezioni batteriche. Attualmente, più di 700.000 persone muoiono ogni anno a causa di infezioni resistenti alla maggior parte oa tutti gli antibiotici e il numero è in aumento. Nuovi approcci per prevenire le infezioni comuni possono aiutare a ridurre la necessità di antibiotici e la diffusione della resistenza agli antibiotici.

Sviluppo dell’immunità

Gli antibiotici sono progettati per uccidere o ridurre la crescita di batteri che fanno ammalare i maiali, ma possono anche eliminare il normale microbioma intestinale, importante per lo sviluppo dell’immunità in giovane età. Al PIG-PARADIGM, i ricercatori studieranno come interagiscono parti del microbioma intestinale, inclusi batteri, funghi, archei e virus, e se i cambiamenti nella composizione degli alimenti o nell’ambiente influiscono sul microbioma intestinale. Ciò riduce la necessità di antibiotici ed evita la resistenza antimicrobica.

Esperienze diverse combinate

Al PIG-PARADIGM, Hauke ​​Smidt, presidente personale del Laboratorio di microbiologia e direttore scientifico di UNLOCK Research Infrastructure presso WUR, si unisce ai ricercatori di Host-Microbe Interactomics, Systems and Synthetic Biology and Livestock Research a Wageningen.

Smidt: “Questo entusiasmante progetto con una combinazione unica di competenze ci apre strade completamente nuove per decifrare le interazioni di un maiale in via di sviluppo, la sua dieta e il microbioma intestinale e trasferire questa conoscenza in maiali più sani”.

SUL PROGETTO PIG-PARADIGM

  • Il progetto si chiama Prevenzione delle infezioni nell’intestino quando i maiali sviluppano, e quindi resistenza antimicrobica, separando l’interfaccia del DIEt, dell’ospite e del microbioma gastrointestinale (PIG-PARADIGM).
  • La durata del progetto è di cinque anni: dal 2022 al 2027.
  • La Novo Nordisk Foundation rende possibile la ricerca con una sovvenzione di 150 milioni di corone danesi.
  • Le cinque parti principali del progetto sono; Università e ricerca di Wageningen, Università di Aarhus, Università di Copenaghen, Università di Aalborg in Danimarca e Università della California, Davis negli Stati Uniti.
READ  “La ricerca sul diabete non deve smettere di ristagnare a causa delle nuove regole Corona!” | Rivista di Stan Higgins

fonte: WUR