QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Il governo vuole limitare le acquisizioni straniere del calcio amatoriale: 'I club non devono diventare un veicolo a buon mercato per i miliardari' |  Calcio belga

Il governo vuole limitare le acquisizioni straniere del calcio amatoriale: 'I club non devono diventare un veicolo a buon mercato per i miliardari' | Calcio belga

L'attività giovanile dell'Eendracht Aalst è crollata dopo l'arrivo dei nuovi proprietari turchi. A Dest, gli investitori sauditi hanno promesso di modernizzare il complesso di formazione, ma restano dubbi sull’agenda sottostante.

Il nuovo team politico di Eendracht Aalst, con da sinistra a destra: Tulin Sumnes, Onur Kilic (amministratore delegato), gli investitori Ulas Ortakaya e Yuksel Demir e il COO sportivo Maximilian Peters. ©Swerco

Questi sono solo due esempi di una tendenza iniziata negli ultimi anni e che sembra rafforzarsi. Gli investitori stranieri acquistano le squadre amatoriali belghe. Magari con buone intenzioni. Ma il rischio che si trovino finanziatori loschi che cercano principalmente soldi facili è reale. Anche perché i meccanismi di controllo nel calcio dilettantistico sono molto meno estesi di quelli nel calcio professionistico.

Questo sta cambiando ora. Voetbal Vlaanderen, l'associazione amatoriale che opera sotto l'egida della Federcalcio, ha lanciato un piano d'azione con il ministro dello Sport Ben Wits (N-VA) per proteggere le attività giovanili nei club dilettantistici. Wits aveva già chiarito al Parlamento fiammingo di avere un piano per intervenire. Tutte le parti hanno concordato in via eccezionale e con tutto il cuore.

Nand De Klerck di Voetbal Vlaanderen ha sostenuto le nuove regole.
Nand De Klerck di Voetbal Vlaanderen ha sostenuto le nuove regole. ©ID/James Arthur

Nand de Klerk, portavoce del Voetbal Vlaanderen: “I nostri club devono continuare a concentrarsi sui giovani. Come federazione, il nostro compito principale è garantire che ciò rimanga possibile anche in futuro.

Ben Witts: “Stiamo unendo i nostri sforzi per evitare che i nostri club amatoriali si trasformino in “farm club”, attraverso i quali gli investitori stranieri guadagnano enormi quantità di denaro, a scapito delle nostre attività giovanili. Insieme rafforzeremo la situazione finanziaria dei club , lavoreremo per migliorare il lavoro giovanile e forniremo ai club risorse aggiuntive per esaminare potenziali acquirenti, in questo modo garantiamo che i nostri giocatori formati continuino ad avere opportunità e che i club non diventino strumenti a buon mercato nelle mani di miliardari stranieri.

READ  Gerben Thijssen batte Pascal Ackermann sulla linea al Bredene Koksijde Classic

L'investitore saudita Fahd Al-Madlej intende investire nel ristorante Kentucky Dish per ragioni non chiare
L'investitore saudita Fahd Al-Madlej intende investire nel ristorante Kentucky Dish per ragioni non chiare ©Instagram

Concretamente, il Voetbal Vlaanderen sta lanciando un piano d'azione in sette punti, con l'aiuto del governo fiammingo e della Federcalcio.

1. Cravatta

I club che richiedono una licenza per la prima, seconda e terza divisione amatoriale dovranno dimostrare di avere un patrimonio netto positivo e di essere almeno in pareggio. È previsto un periodo transitorio da definire.

2. Prevenzione

Voetbal Vlaanderen sottolinea con cautela i rischi degli investimenti esteri per i club trattati da investitori stranieri.

3. Audit esterni

Gli audit esterni aiutano a migliorare il funzionamento dei club dilettantistici nelle Fiandre, il che significa che sono necessari meno soldi esteri. I club possono avvalersi di una guida professionale per garantire il loro futuro a lungo termine.

4. Obbligo di notifica

I club hanno l'obbligo di informare la Federazione in caso di acquisizioni o cambiamenti fondamentali nell'assetto proprietario. Ogni file di investimento è soggetto a ulteriore controllo attraverso il sostegno delle risorse finanziarie da parte del governo.

5. Investimenti obbligatori nel lavoro giovanile

Tutti i club del massimo campionato amatoriale devono continuare a investire nella qualità del lavoro giovanile se vogliono ottenere la licenza. Il titolo giovanile è legato al livello al quale la prima squadra può competere. Ad esempio, un club che gioca la sua prima squadra nella prima divisione del Voetbal Vlaanderen deve sviluppare un settore giovanile a livello provinciale, mentre i club di seconda e terza divisione devono introdurre il calcio giovanile regionale. In questo modo il club dilettantistico non può essere utilizzato semplicemente come pedina in una più ampia partita di calcio e scacchi, ma è obbligato a investire nel lavoro dei giovani.

READ  Il Bayern Monaco vince una partita straordinaria contro lo United 4-3 e Onana perde dopo un errore fatale | Champions League 2023/2024

6. I giovani continuano a giocare, anche dopo il fallimento

Voetbal Vlaanderen esamina come separare i finanziamenti per i giovani da quelli per la prima squadra. In altre parole: se la squadra senior fallisce, tutte le squadre giovanili dovrebbero poter continuare a giocare.

7. Giovanili speciali in prima squadra

Entro pochi anni i club dovranno inserire nella prima squadra alcuni dei loro giovani allenatori. In questo modo anche i club si impegnano a continuare a investire nella formazione giovanile.

Leggi anche.

È questa la fine per centinaia di giovani giocatori dell'Eendracht Aalst? “Le ferite non possono essere guarite”